Josè Holebas, corsa e grinta sulla fascia sinistra

Ancora un giocatore in arrivo da Atene per la Roma; stavolta si tratta di Josè Holebas, compagno di Torosidis e Manolas nella nazionale greca. Ecco chi è e quali sono le sue caratteristiche principali.

di Piernunzio Pennisi, @ppen85

La tratta aerea tra Atene e Roma sembra particolarmente calda negli ultimi giorni per il mercato giallorosso. Da Atene è arrivato il sostituto di Medhi Benatia, Kostas Manolas che sarà il nuovo perno della retroguardia di Garcia; ad Atene, sponda Panathinaikos, è sbarcato Valmir Berisha, baby centravanti che andrà a farsi le ossa nel campionato greco e, sempre da Atene, arriverà quest’oggi il rinforzo invocato da tifosi ed opinionisti per la fascia sinistra della difesa, che la società ha individuato in Josè Holebas.

 

Questo terzino sinistro nato in Germania, ma naturalizzato greco per via della nazionalità del padre, proviene dall’Olympiakos dove ha avuto come compagni di squadra sia Torosidis che Manolas. La sua maturazione è stata particolarmente lenta: ha esordito da professionista nel 2007 (quando aveva 23 anni) e ci ha messo qualche anno per trovare la posizione più adatta ad esaltare le sue caratteristiche: partito come attaccante, nel tempo, è scivolato indietro lungo la fascia mancina fino al ruolo di terzino, dal quale può esaltare la sua grande velocità. Oggi Holebas ha 30 anni ed ha maturato una discreta esperienza internazionale con la squadra del Pireo, dove era arrivato nella stagione 2010/11 dal Monaco 1860, dopo aver conosciuto solo la serie B tedesca. Tra le file dei greci ha disputato ben 134 partite, segnando 10 gol e servendo ben 22 assist. Nei suoi anni ad Atene ha accumulato presenze anche in campo Europeo -disputando 18 gare in Champions League e 9 in Europa League- ed ha conquistato un posto nella nazionale ellenica, con la quale ha preso parte ai Mondiali in Brasile.

 

Holebas è un esterno difensivo dotato di grande corsa e resistenza che sa accompagnare la manovra offensiva garantendo una spinta costante sulla sua corsia; non è elegantissimo nelle movenze, ma va come un treno e possiede un bel sinistro che sa usare sia per mettere in mezzo palloni affilati ed invitanti, sia per calciare in porta con violenza. E’ un giocatore di cuore e carattere, che difende soprattutto aggredendo gli avversari, ma sa cavarsela anche nei compiti di copertura con impegno e diligenza. Pur restando essenzialmente un terzino di spinta, è tignoso e cattivo nella marcatura, tanto che in certe occasioni è stato impiegato anche da centrale difensivo. Non è un acquisto da copertina, ma con la sua grinta e le sue galoppate ha tutto per conquistare il cuore dei tifosi giallorossi.

 
Alla Roma, Holebas arriva per colmare una lacuna che si è evidenziata durante il precampionato. Considerate le difficoltà di adattamento mostrate da Cole e la vocazione prettamente offensiva di Emanuelson, la società ha ritenuto prudente cautelarsi, intervenendo ancora sul mercato per mettere a disposizione di Garcia un’ulteriore soluzione per la fascia sinistra. Una mossa molto accorta, che dimostra come in questa stagione non si voglia lasciare nulla al caso, cercando costruire una rosa completa ed idonea a sostenere l’impegno su più fronti.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy