‘RADIO PENSIERI’, PUGLIESE: “De Rossi sta vivendo una seconda giovinezza”

Quello delle radio romane è un fenomeno che non ha eguali nel resto d’Italia. Una pluralità di stazioni a fungere da piattaforma, una schiera di giornalisti, ex calciatori e opinionisti ad animare lo spettacolo. Ecco le opinioni dei protagonisti divise per emittenti radiofoniche

di Redazione, @forzaroma

TELE RADIO STEREO

teleradiostereo.

ANDREA PUGLIESE:Quella di ieri è stata una delle prestazioni migliori della Roma di Spalletti. Non c’è stata partita: Tatarusanu ha fatto anche qualche parata importante, Szczesny mai impegnato. Credo che il migliore in campo sia stato Daniele De Rossi, ha fatto una partita gigantesca, sembra stia vivendo una seconda giovinezza. Negli ultimi anni c’era stata qualche critica di troppo, lo stipendio così alto non è una sua colpa. Sarei molto contento se firmasse domani il prolungamento contrattuale. La Roma ha ancora voglia di tenerlo a Trigoria, la cosa è reciproca. Emerson Palmieri straordinario, così come Fazio. Contento per la prestazione di Manolas, la Roma ha trovato un equilibrio difensivo importante. Genova è stata un’eccezione“.

ALESSANDRO AUSTINI:Se fossi Baldissoni andrei sul Tevere a Tor di valle e aspetterei che passi qualcuno… Berdini ormai mi sembra controproducente per la sua giunta. Se salta lui, il progetto dello stadio è in discesa. Trovo assurdo che le idee di uno stiano bloccando un progetto da un miliardo e mezzo con tutti quei posti di lavoro“.

GIANCARLO DOTTO: “Ieri tutti bravi, faccio fatica a ricordare una Roma così eccitante, una combinazione di bellezza, tecnica e ferocia agonistica. E’ stata spettacolo puro in tutti i reparti, con la difesa compreso il portiere che crea un’entità a sé. L’angoscia lancinante è pensare ai punti buttati. La Roma ha un gruppo solido fondato sulla stima e sulla consapevolezza della loro bravura, basta sentire le dichiarazioni di De Rossi al termine del match. E’ una squadra forte, che vincerebbe il titolo ovunque, se non ci fosse una Juventus, che non è più forte nell’organico e nei principi, ma è più forte negli episodi. Il divario nasce sugli episodi, non sui valori. La Juve domenica meritava il pareggio, l’arbitro ha orientato la partita e favorito la capolista.”

FRANCESCO TRINCA: “Oggi alle ore 14 la Roma primavera sfiderà il Monaco per lo spareggio della Youth League. La Roma di De Rossi ha intrapreso il percorso campioni, ha battuto l’Apoel, e ora dovrà sfidare il Monaco trascinato ai play off dal suo centravanti, autore di 5 gol come Tumminello. Probabile un 4-3-3 per la Roma con un tridente fortissimo: Soleri, Tumminello e Keba. Il Monaco è una squadra molto valida, che gioca a specchio della prima, forte in attacco, ma con una difesa altalenante che lascia a desiderare. La Roma proverà a vincere, e ad essere l’unica squadra italiana a qualificarsi, vista l’eliminazione della Juventus di ieri”.

GIANLUCA PIACENTINI: “La Roma ha studiato e preso le misure dell’avversario per 20 minuti, poi ha spappolato la Fiorentina. Prestazione confortante e convincente, una difesa forte, che a pensarci ancora non mi capacito della scelta di Vermaelen a Genova. Bello vedere l’affetto dei giocatori e della società nei riguardi di Spalletti, ora sta a lui vedere a fine campionato se ci sarano i presupposti per rinnovare. Barriere? Non ci sono tempistiche precise per la rimozione, dato che il governo ha acconsentito l’eliminazione senza indicazioni particolari. Gabrielli ha voluto prendere un po’ di tempo per non subire in maniera netta questa scelta, quindi prima del 1° marzo non verranno tolte”.

GABRIELE ZIANTONI: “La Fiorentina non è mai stata troppo pericolosa, giusto il pallonetto di Chiesa neutralizzato poi da Fazio. Dzeko sta avendo una media-gol pazzesca. Il gol di Nainggolan mi ha fatto ridere e godere perché è stato frutto di una bellissima azione di squadra”.

AUGUSTO CIARDI: “La Roma ha giocato senza Salah non rischiando mai troppo, ora che è tornato sia lui che Florenzi ci sarà più scelta di formazione e di uomini. Credo che Bruno Peres cederà il posto a Florenzi se tornerà presto in forma. La difesa non va assolutamente toccata. Complimenti a Palmieri, è cresciuto tantissimo, merito suo e di Spalletti che l’ha fatto crescere”.

DARIO BERSANI: “E’ ufficialmente iniziato il periodo di ferro per la Roma con tante partite importanti e ravvicinate tra di loro. La Juventus sta facendo delle cose disumane, la Roma deve pensare a fare il suo campionato senza rimpianti. Questa difesa non va modificata per niente, sta rendendo al massimo anche se Manolas non è nella sua miglior stagione. Al campionato di Dzeko darei un bel 9 per tutto quello che sta facendo e per la sua media gol incredibile. Ieri non c’era il giallo a De Rossi: ha preso solamente la palla. La cattiveria sportiva di Ruediger mi ricorda, anche se diversa, quella di Samuel. Ieri Palmieri ha fatto la sua miglior partita, è stato bravissimo, complimenti”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy