‘RADIO PENSIERI’, PUGLIESE: “De Rossi sta vivendo una seconda giovinezza”

Quello delle radio romane è un fenomeno che non ha eguali nel resto d’Italia. Una pluralità di stazioni a fungere da piattaforma, una schiera di giornalisti, ex calciatori e opinionisti ad animare lo spettacolo. Ecco le opinioni dei protagonisti divise per emittenti radiofoniche

di Redazione, @forzaroma

RETE SPORT

R91RglQj

ROBERTO MAIDA:Credo che ieri la Roma si sia scossa dopo il gol mangiato da Bruno Peres. Da quel momento la Roma si è scrollata di dosso ogni tipo di remora, senza mai rischiare nulla. Se si riuscisse a giocare sempre a questi ritmi, si raggiungerebbe un livello di squadra perfetta, ma questo non è possibile. La differenza dalla Juve? Spalletti ha risposto dicendo che probabilmente il problema è soltanto mentale. Berdini? Non voglio essere ingenuo e pensare che abbia sempre agito come un cavallo impazzito sullo stadio. La sua possibile uscita potrebbe portare a meno ‘balletti’”.

MASSIMO CECCHINI:Ieri la Roma ha ritrovato la difesa titolare, e insieme lei ha ritrovato garanzie, punti di forza e meccanismi solidi e collaudati. Se la Fiorentina non ha trovato gli spazi giusti, è stato proprio grazie ai difensori giusti. Lentamente la Fiorentina ha preso campo lasciandone altrettanto, e la Roma ha saputo infilarsi bene. Ancora una volta Paulo Sousa è stato presuntuoso schierando quella fascia destra. La Fiorentina su quel lato è affondata in fretta, ieri Chiesa ha completamente steccato ritrovandosi davanti Ruediger. Sanchez è stato al di sotto delle aspettative, Gonzalo Rodriguez l’ombra di se stesso. Ieri De Rossi è stato strepitoso”.

PAOLO FRANCI:Questa squadra sembra la prima Inter di Mancini che poi divenne di Mourinho. La partita di ieri ha segnato un passo importante perché la Roma ha scoperto di poter vincere anche facendo a spallate e questo può essere importante quando arriveranno le trasferte decisive“.

UGO TRANI: “Ieri mi ha tranquillizzato la condizione fisica dei calciatori della Roma, stavano bene. Dispiace per l’errore di Peres perché era un tiro estremamente facile ma ha saputo rifarsi con diverse buone azioni sulla destra. Ieri non c’è stata partita soprattutto perché la Fiorentina ha avuto una difesa pessima. Ieri ho riconosciuto Manolas che si era un po’ perso contro il Cesena. Spalletti delle volte sbaglia perché è sempre rancoroso, anche con chi non c’entra nulla con la sua rabbia”.

LUCA VALDISERRI: “Serviva proprio una bella vittoria per rialzarsi di morale. La Fiorentina è durata venti minuti, poi appena i giallorossi hanno alzato il ritmo e aumentato la qualità la viola è scomparsa. È stato come quando un uomo con il fucile incontra un uomo con la pistola. Non c’è stata proprio partita”.

DANIELE LO MONACO: “La Roma è una bellissima realtà, Spalletti ha stravinto il confronto su una Fiorentina senza anima: Vecino, Bernardeschi e Chiesa sono spariti dal campo quando i giallorossi hanno alzato il ritmo. La Fiorentina ieri si è squagliata, gli manca la sostanza. La Roma ha spazzato via tutti i dubbi sulla sua condizione fisica. Non ho però capito le considerazioni di Spalletti su Totti. Noi ci puppiamo non solo il contratto del capitano, ma anche quello del tecnico”.

GUIDO ZAPPAVIGNA: “El Shaarawy ha fatto una buona prestazione, non gli si può dire nulla se non su qualche errorino poi ripreso con enfasi da Spalletti. La Roma in generale ieri ha fatto un’ottima prestazione, Dzeko ormai è diventato il trascinatore di questa squadra”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy