‘RADIO PENSIERI’, PUGLIESE: “De Rossi sta vivendo una seconda giovinezza”

Quello delle radio romane è un fenomeno che non ha eguali nel resto d’Italia. Una pluralità di stazioni a fungere da piattaforma, una schiera di giornalisti, ex calciatori e opinionisti ad animare lo spettacolo. Ecco le opinioni dei protagonisti divise per emittenti radiofoniche

di Redazione, @forzaroma

RADIO RADIO

logoRADIORADIO+sat

IVAN ZAZZARONI:Dzeko è uno che ha risolto il problema del centravanti nella Roma, che fanno, adesso lo vendono? No, mi sembra strano e fuori dalla politica di Florentino. Nella storia del Real non mi ricordo un centravanti con le caratteristiche del bosniaco“.

FRANCO MELLI:Dzeko non si inventa nemmeno un gol, il pallone gli sbatte sempre addosso. Sarà il sesto attaccante in Italia e ventesimo nel mondo. Lui al Real Madrid? Ma a fare che? Panchina…”.

TONY DAMASCELLI: “Dzeko al Real? Come caratteristiche è diverso da Benzema. Il bosniaco è più forte nei 13 metri. Florentino, però, è innamorato di Benzema come giocatore e Zidane avrà difficoltà a fargli cambiare idea”.

ROBERTO PRUZZO: “La Roma ha strapazzato la Fiorentina che non è mai stata in partita. Palmieri ha massacrato Chiesa, questo brasiliano è diventato fortissimo. I viola sono così, hanno alti e bassi. Dzeko adesso sbaglia di meno, e all’Olimpico la Roma è un’altra squadra. Spalletti non firma ma secondo me non bluffa. Lui ha lanciato messaggi a Pallotta e aspetta una risposta su quanto e come la squadra si potrà rinforzare”.

NANDO ORSI: “La Roma illude la sua tifoseria con queste partite, ma poi non si conferma. Aspetto la sfida di Milano contro l’Inter e poi quelle contro Napoli e Juve all’Olimpico. Voglio proprio vedere. La Roma ieri sera, comunque, ha fato una grandissima partita ridimensionando l’avversario. Ottima intensità, aggressività e voglia di vincere. Si è vista una squadra in salute. Spalletti sta incidendo tanto su questa Roma, ma secondo me è ancora indeciso se firmare o meno il rinnovo perché vuole capire se con questa proprietà si può vincere lo scudetto andando ad acquistare grandi giocatori. Non sono tanto convinto che resti”.

MARIO MATTIOLI: “La Roma è una squadra che, al di là della brutta prestazione prevedibile della Fiorentina, sta assumendo dimensioni importanti. Secondo me può battere il Napoli perché è sicuramente l’avversario più difficile per la Juve. La squadra di Spalletti difficilmente mollerà. Il tecnico giallorosso a Trigoria è un capo-popolo, fa tutto. Alla Juve non lo potrebbe mai fare. Secondo me non firma il rinnovo perché aspetta se danno l’ok allo stadio”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy