Corriere della Sera

Mourinho, mille panchine. I gol di Abraham e i 90 anni di Europa

 Getty Images

Ecco i principali numeri del 2021 romanista

Redazione

Da Abraham a Mourinho, da Pellegrini all’Olimpico sempre pieno: ecco i principali numeri del 2021 romanista, scrive Massimo Perrone sul Corriere della Sera.

1,88 la media punti di Mourinho in 27 partite fra campionato e Conference League: è al 4° posto della classifica all time degli allenatori giallorossi. Davanti a lui, però, ce ne sono due particolari: Krieziu è primo con appena 5 panchine (media 2,20 punti calcolandone 3 per vittoria) e Viani è secondo (1,97) con 38 partite in serie B. Al 3° posto, poi, c’è Spalletti col suo molto più realistico 1,93.

3 i derby disputati nel 2021: la Roma ne ha vinto uno (2-0 il 15 maggio) perdendo gli altri 2, ma è nettamente davanti nel bilancio totale con 66 successi, 63 pareggi e 48 sconfitte.

5 i punti in meno della Roma nel girone d’andata rispetto a quelli dello scorso campionato: 32 contro 37 (e sarebbero stati 38 senza il ko a tavolino di Verona).

5 le reti segnate al Crotone nel 5-0 del 9 maggio, il più largo successo del 2021.

6 i gol subiti nelle 2 più nette sconfitte dell’anno: 6-2 sul campo del Manchester United il 29 aprile, 6-1 su quello del Bodø Glimt il 21 ottobre. Una squadra di Mourinho non aveva mai incassato 6 gol prima del ko in Norvegia.

8 i gol di Pellegrini in appena 18 partite: è già a -2 dal record personale stabilito nel 2020-21 a quota 10 (escludendo la rete allo Spezia in Coppa Italia “cancellata” dallo 0-3 a tavolino).

12 le reti di Abraham: gliene mancano solo 3 per entrare nella top 100 giallorossa. Con le 6 segnate in Europa è il capocannoniere della Conference League.

13 gli anni da cui la Roma non vince un trofeo dopo la Coppa Italia del 2008. È il peggior digiuno degli ultimi 6 decenni.

16 le partite giocate nelle coppe europee nel 2021, con lo splendido bilancio di 12 vittorie, 2 pareggi e 2 sconfitte. La semifinale raggiunta in Europa League è stata la seconda del millennio dopo quella in Champions del 2018.

16 sono anche le partite senza una sconfitta in casa in Europa, una striscia con cui la Roma ha battuto il suo record di 15 stabilito tra il 1991 e il ’98. Dopo uno 0-2 del 2018 col Real Madrid i giallorossi hanno conquistato 11 vittorie e 5 pareggi.

18 i gol segnati in Europa nel 2021-22, preliminari esclusi: quello romanista è stato il miglior attacco dei gironi.

20 le partite consecutive da cui la Roma va a segno in Europa dopo lo 0-0 col Cska Sofia del 29 ottobre 2020. Ne manca solo una per eguagliare il record di una squadra italiana: la Juventus arrivò a 21 tra il 1996 e il ’97.

90 gli anni da cui la Roma gioca in Europa, cifra tonda festeggiata in questo 2021. L’esordio risale al 7 luglio 1931, con un 1-1 sul campo dello Slavia Praga nella Coppa dell’Europa Centrale.

1.022 le panchine in carriera per Mourinho: la millesima l’ha festeggiata il 12 settembre battendo 2-1 il Sassuolo.

40.869 la media spettatori della Roma nelle prime 10 partite di questo campionato: un totale che la pone al 2° posto dietro solo al Milan che ne ha avuti 42.033.