Sbornia post-Barça, Alisson: “Non ho dormito”. I tifosi: “Sognavamo questa Roma”

I giallorossi domani scopriranno a Nyon l’avversario per la semifinale. Dzeko: “Non bisogna mai arrendersi”. Ufficiale la partecipazione all’International Champions Cup. Derby, arbitra Mazzoleni

di Marco Prestisimone, @M_Prestisimone

Tra la Champions e il derby. La Roma si lascia alle spalle i giorni più esaltanti degli ultimi anni dopo l’accesso alle semifinali (domani a Nyon il sorteggio alle 13) e fissa il prossimo obiettivo: battere la Lazio nella stracittadina e allungare sulle inseguitrici nella lotta al posto Champions.
Pallotta prosegue nelle sue vacanze-lavoro romane e gongola nel vedere l’eliminazione della Juventus contro il Real Madrid che consentirà ai giallorossi di non spartire la quota del market pool.

SBORNIA DA SEMIFINALE – Domani alle 13 la Roma dei miracoli di Di Francesco scoprirà l’avversario della semifinale: Liverpool, Bayern Monaco e Real Madrid nell’urna. Totti e Monchi chiederanno a Shevchenko di essere più clemente questa volta, ma a questo punto tutti temono i giallorossi.
Continua a Trigoria l’euforia da Champions: i tifosi hanno esposto uno striscione che cita Venditti (“Sognavo questa Roma e Roma c’è”), mentre Alisson ne ha parlato all’emittente brasiliana Sport TV: “Non ho dormito martedì notte, fino alle 5 ho rivisto la partita. All’andata abbiamo capito che in più di noi avevano solo Messi. Abbiamo sempre creduto nella rimonta, stavolta il destino è stato dalla nostra parte”. Il portierone, insieme a Molina nel Deportivo La Coruna del 2004, è l’unico portiere ad essere arrivato in semifinale giocando tutte le partite e senza subire neanche un gol in casa.
Ma Alisson non è di certo l’unico protagonista della cavalcata storica in Europa: Di Francesco è infatti il quarto tecnico ad arrivare in semifinale da esordiente. Prima di lui solo Guardiola, Vilanova e Luis Enrique, tutti tecnici targati Barça.
Si torna indirettamente sulla qualificazione in Champions anche nell’intervista ‘social’ che Dzeko e Strootman (che presto diventerà papà) hanno realizzato nel “Face 2 Face” di Roma TV. “Bisogna crederci sempre e non arrendersi mai”, il consiglio dell’attaccante bosniaco.
L’impresa giallorossa è certificata dall’UEFA: Fazio e compagni salgono dal nono al quinto posto nel ranking stagionale, al 21esimo in quello generale. De Rossi, Manolas, Dzeko e Kolarov sono stati inseriti nella Top 11 della settimana, mentre anche Pirlo esulta: “Allo stadio mi sono sentito un tifoso della Roma”.

OBIETTIVO DERBY – La settimana romanista si chiuderà con partita con la Lazio in programma domenica alle 20.45. A Trigoria la squadra lavora per preparare la sfida con Inzaghi: ancora a parte Perotti, vicino quindi al forfait, e Karsdorp. Designato l’arbitro per la sfida: sarà Mazzoleni. I precedenti sono in equilibrio: 14 vittorie in 23 partite per la Roma e 16 in 27 per i biancocelesti. Il fischietto di Bergamo ha anche già diretto un derby: era l’8 aprile del 2014 e finì 1-1 con i gol di Hernanes e Totti.
Programmata la conferenza stampa del tecnico Di Francesco: incontrerà i cronisti sabato alle 14.30.
Intanto in estate, durante la tournée negli Stati Uniti, la Roma sarà ufficialmente una delle squadre impegnate nella International Champions Cup. Se la vedrà, tra le altre, con Real Madrid, Juventus, PSG, Liverpool e Manchester City. “Essere considerati tra le squadre più importanti del mondo è un motivo di orgoglio”, ha dichiarato l’amministratore delegato del Club Umberto Gandini“Tradizionalmente l’ICC e Relevent portano negli Stati Uniti e in tante altre parti del globo le più forti formazioni europee. Aver ricevuto ancora una volta l’invito a partecipare è senza dubbio un gradito riconoscimento per il lavoro svolto da questa Società dentro e fuori dal campo”. Intanto, a tre giorni dalla stracittadina, Francesco Totti e Daniele De Rossi hanno rappresentato la Roma, insieme ad alcuni dirigenti, nell’evento del fashion partner giallorosso Hugo Boss dedicato alla Formula E.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy