Roma, tutti contro l’arbitro-poliziotto Makkelie. Nainggolan e Under ancora a parte

Il giorno dopo la sconfitta del Camp Nou, il protagonista è il direttore di gara olandese. Luca Pellegrini vicino al rinnovo, con la Fiorentina arbitra Fabbri

di Marco Prestisimone, @M_Prestisimone

Quello che poteva essere e non è stato. È con questo interrogativo che si è risvegliata la Roma sponda giallorossa, combattuta tra la forza pronosticabile del Barcellona e una squadra che è riuscita a combattere colpo su colpo chiudendo però sul 4-1. Dito puntato sull’arbitro olandese, che ha negato due calci di rigore prima per un fallo su Dzeko e poi su Pellegrini.
A Trigoria si intrecciano mercato e campo: incontro con Raiola per il rinnovo di Luca Pellegrini e ripresa degli allenamenti a due giorni dalla partita con la Fiorentina.

MAKKE-FISCHI? – A rendere ancora più amaro il risultato maturato al Camp Nou ci ha pensato, come a volte è accaduto già in passato, l’arbitro. Danny Makkelie, con un passato in Polizia, ha sbagliato in due occasioni: sul fallo di Semedo su Dzeko al 9’ e su quello di Umtiti su Pellegrini a fine primo tempo. Scatenati i social, che hanno dato addosso all’arbitro e al sistema UEFA (“Vogliono sempre gli stessi in finale”).
Il 35enne fischietto olandese lo scorso dicembre si è reso protagonista di un episodio tutt’altro che positivo: un prestito di 35 mila euro ricevuto dall’amico e membro della commissione arbitri dell’UEFA Jaap Uilenberg, ha portato alla sospensione per un fine settimana e all’interruzione dei rapporti lavorativi tra i due, nonostante la KNVB (la Lega calcio olandese) abbia appurato la natura del prestito. Nell’aprile del 2016 lo stesso Makkelie fischiò un calcio di rigore all’Ajax nella partita contro l’Utrecht. L’errore fu madornale e portò l’arbitro a scusarsi sui social. Chissà che non possa ripetersi anche stavolta.
Una curiosità dalla Champions: in Iran un’emittente televisiva locale ha censurato lo stemma della Roma con la lupa che allatta Romolo e Remo.

TRIGORIA – I giallorossi, dopo il rientro nella notte nella capitale, hanno ripreso alle 15.45 a lavorare in vista del prossimo impegno contro la Fiorentina, in programma sabato alle 18 allo stadio Olimpico. Scarico per chi ha giocato ieri, mentre Nainggolan e Under hanno continuato a lavorare a parte. Entrambi sono alle prese con delle lesioni muscolari di natura differente e verranno monitorati costantemente. Più facile il recupero del belga, mentre ‘Cencio’ con ogni probabilità dovrà rinunciare anche al ritorno col Barça: si punta a riaverlo nel derby di domenica 15 aprile.
Mentre la squadra si allenava, in sede si incontravano Mino Raiola e la dirigenza giallorossa: sul tavolo il rinnovo del contratto di Luca Pellegrini, ma si è parlato anche di Mario Balotelli.

VERSO LA FIORENTINA – Contro i viola l’arbitro sarà Fabbri: con il direttore di gara di Faenza tre vittorie (contro Verona, Bologna e Benevento) e zero gol subiti.
Programmata per domani alle 14.30 la conferenza stampa di Di Francesco, che presenterà la sfida contro la Fiorentina. Con Pioli l’appuntamento è alle 14.
Pesante denuncia del presidente dell’AIA Marcello Nicchi: “All’Associazione italiana arbitri sono arrivati plichi con pallottole indirizzate a me, al vice presidente e al designatore Rizzoli. Un giornalista professionista ha detto ‘agli arbitri bisogna sparare’ e questa è la conseguenza”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy