Roma, ora Florenzi è davvero tornato: la caduta, l’incubo e la rinascita in 12 mesi – FOTO

Il 26 ottobre 2016 il primo infortunio al ginocchio, ieri il ritorno al gol a 546 giorni dall’ultima volta. In mezzo la nuova lesione al crociato e il secondo recupero: ecco il racconto dell’ultimo anno di Alessandro

di Melania Giovannetti, @MelaniaGvn

VERSO IL RIENTRO

Sono mesi difficili per Florenzi. Riprendersi da un doppio infortunio non è facile per nessuno, anche per chi ha sempre il sorriso stampato sulla faccia come lui. La moglie Ilenia e la figlia Penelope, così come la famiglia, i tanti amici e i compagni di squadra, sono lì a sostenerlo e a rassicurarlo. Questa volta, però, la prudenza è d’obbligo. L’obiettivo è fissato per settembre. A luglio a Pinzolo c’è anche lui. “Sono sulla buona strada, sono felice”. Parole che sembrano la fine di un incubo, anche se Alessandro ancora si allena a parte. Nella seconda metà del mese segue la squadra negli States, ma è solo ad agosto che inizia a lavorare di nuovo con i compagni. Nessuna fretta questa volta: mister Di Francesco lo fa rientrare il primo settembre nella gara amichevole contro la Chapecoense, con tanto di fascia da capitano e gol (su rigore). Il ritorno in campo in una partita ufficiale è sempre più vicino.

florenzi_pinzolo_roma130720172Ritiro Roma a Pinzolo

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy