VIDEO – Fienga sul rinvio di Juve-Napoli: “Risposta Lega è ridicola”

Queste le parole del Ceo a udienza finita: ”Vogliamo evitare altri episodi di parzialità e soggettività”

Giornata decisiva per il Caso Diawara. La Roma si è presentata davanti al Collegio di garanzia del Coni per il ricorso dopo lo 0-3 a tavolino contro il Verona, con la volontà di riavere indietro il punto perso ‘d’ufficio’. Il Ceo Fienga ha parlato a discussione finita, queste le sue parole: “Speriamo che la corte accolga l’invito a riconsiderare una norma che è oggettivamente troppo rigida e che non gradua per le pene nella distinzione tra un errore o un atto fatto con dolo. Abbiamo spiegato che la Roma assolutamente non si nasconde e ammette le proprie responsabilità per un errore che non ha portato alcun vantaggio. Una norma con l’applicazione delle pene così rigida può portare un vantaggio al Verona ma chiediamo che venga sanzionata diversamente la Roma“.

Vi ha dato un po’ di dispiacere la memoria del Verona?
Mi interessa la posizione della Roma.

La procura dice che questo caso si può equiparare a quello Ragusa-Sassuolo. Per voi non è così?
Non la pensiamo così perché nel nostro caso avevamo tanti slot liberi da poter occupare con Diawara e con altri giocatori se avessimo capito che quello era l’errore. Nell’altro precedente la lista era completa, quindi doveva per forza cambiare un giocatore.

Su Juve-Napoli?
Non vorrei aggiungere nulla rispetto alla lettera che è abbastanza chiara. La risposta della Lega? Non voglio commentarla perché è più ridicola della decisione.

Le motivazioni non vi sono state riferite?
Ancora no, anzi ci hanno detto che questa motivazione non necessità di spiegazioni. A mio modo di vedere le uniche motivazioni non sono raccontabili.

Sull’eventuale rinvio di Roma-Napoli?
Ci hanno detto che non si vuole accogliere alcuna richiesta della Roma senza dare motivazione e adducendo solo che la prassi vuole che in cambiamenti che non si riferiscono a coppe europee basta l’accordo tra due squadre perché la lega possa spostare la partita. Immaginate cosa potrebbe succedere da qui fino alla fine del campionato.

State pensando a uno strappo?
Stiamo pensando al nostro campionato e pensiamo al fatto che non ci siano più episodi di parzialità e di soggettività in una lega che evidenzia lacune di governance.

Di seguito la risposta integrale della Lega Serie A alla Roma in merito alla legittimità del rinvio di Juventus-Napoli:“Nel girarmi la richiesta delle società Juventus e Napoli, l’Ufficio competizioni, d’intesa con l’Amministratore Delegato, mi ha segnalato: – che lo Statuto Regolamento prevede (articolo 29) due tipologie di rinvio delle gare: una legata esclusivamente agli impegni dei club nelle competizioni Uefa (comma 3), ed un’altra svincolata dagli impegni Uefa; – che per la prima tipologia (impegno Uefa, comma 3) il rinvio deve essere disposto nell’ambito dei criteri fissati dal CdL di stagione sportiva in stagione sportiva e su richiesta del Club interessato da presentarsi almeno 15 giorni prima del dì della gara da differire/anticipare (comma 4); – che per la seconda tipologia (istanza generica, comma 2) non c’è il termine di 15 giorni (applicato solo alla tipologia del comma 3) e non è prevista dai nostri regolamenti la necessità di “idonee motivazioni di interesse sportivo”; – che per questa seconda tipologia la prassi operativa della struttura di Lega ha assunto come discrimine (a favore della concessione del rinvio) la sussistenza o meno dell’accordo tra i due club interessati alla gara; – che l’attuale Statuto Regolamento della Lega in particolare, e le Carte Federali in generale, non prevedono elementi motivazionali basati sui calendari individuali dei club. Le predette indicazioni hanno determinato il rinvio della gara in questione come da comunicato ufficiale n. 219 del 12 marzo 2021 che è il frutto dell’applicazione delle regole attualmente vigenti, e delle prassi fino ad oggi seguite dalla struttura organizzativa della Lega, le quali, esse sole, garantiscono l’imparzialità dell’azione organizzativa, al di là – comunque – dell’irreclamabilità delle decisioni in materia di calendari (comma 2). Milano, 14 marzo 2021 Via mail Pagina 002 / 002 Ci duole, per questo, leggere che la “decisione … appare essere stata assunta con il solo intento di fornire un ingiusto (quanto pacifico) vantaggio alla SSC Napoli a discapito della AS Roma con evidente condizionamento del regolare esito del Campionato”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy