‘RADIO PENSIERI’, SAVELLI: “Il miglior acquisto che la Roma possa fare è Muriel”

Quello delle radio romane è un fenomeno che non ha eguali nel resto d’Italia. Una pluralità di stazioni a fungere da piattaforma, una schiera di giornalisti, ex calciatori e opinionisti ad animare lo spettacolo. Ecco le opinioni dei protagonisti divise per emittenti radiofoniche

di Redazione, @forzaroma

RETE SPORT

R91RglQj

FABIO MACCHERONI: “Per gennaio la Roma deve pensare ad una soluzione definitiva e non qualcuno che faccia da toppa alla partenza di Salah. La società sta lavorando bene per migliorare la squadra, ma bisogna vincere qualcosa”.

IACOPO SAVELLI: “L’unico giocatore, tra quelli nominati per sostituire Salah, che possa cambiare presente e futuro della Roma è Muriel. Può fare tutti i ruoli dell’attacco e può essere anche l’alternativa al centravanti. Il suo valore è intorno ai 18-20 milioni. Ha una media di un’ora a partita nella sua carriera e segna un gol ogni 2 partite. Iturbe è una seconda punta, non può giocare esterno perché non è capace di saltare l’uomo e mettere in mezzo. Un uomo in società che faccia da tramite conla squadra servirebbe”.

FABRIZIO ASPRI: “La Juventus ha delle crepe, sono diversi e qualcosa non è più come prima. I risultati arrivano ma dietro ci sta un retrogusto amaro che fa pensare positivo in ottica Roma. Allegri non è un grande allenatore. Spalletti è una spanna avanti a lui, avrebbe potuto fare bene come Ancelotti se avesse avuto la squadra. Gomez piace molto a Spalletti, potrebbe essere lui l’uomo giusto a gennaio. Massara ha 5-6 nomi sul tavolo, valuterà quello giusto”.

MASSIMO CECCHINI: “Gabriel Jesus mi sembra veramente un predestinato, sono molto curioso di vedere come si adatterà al calcio inglese. Ancora aspetto questo Gabigol, presentato come un fenomeno. L’Inter come rosa mi sembra inferiore solo alla Juve. I problemi d’infortunio dei bianconeri costringono Allegri a fare cambiamenti importanti. Credo che la Roma possa approfittarne”.

UGO TRANI: “Una volta le amichevoli servivano tanto sia per la squadra, che magari metteva minuti nelle gambe di alcuni calciatori, ma anche ai tifosi che potevano andare a vedere più spesso i loro beniamini. L’assenza della curva ha influenzato tutti gli altri settori e quindi allo stadio non va più nessuno. Purtroppo ci illudiamo che prima o poi toglieranno le barriere, per non parlare del problema dei parcheggi”.

MAX TONETTO:Muriel mi piace tantissimo, è un giocatore con una classe purissima, il problema è che è colombiano. Doveva fare molto di più per le qualità che ha, per le movenze ricorda Ronaldo quello vero. Per me è un giocatore che a Spalletti potrebbe piacere molto come profilo. Un giudizio sulla Roma? In questo ultimo mese Spalletti ha fatto un grande lavoro”.

LUCA VALDISERRI:Quattro punti di vantaggio in campionato sono una buona dote per una squadra forte coma la Juventus, però vedo che ogni giorno anche alla Juve qualcosa succede e non è quasi mai una cosa piacevole. Leggo che Dybala dovrà fermarsi per altre 3 settimane. Quindi per la Roma vedo la possibilità di giocarsela. A gennaio un paio di acquisti ben fatti non sarebbero male. Contro l’Argentina Alisson ha fatto delle belle parate, quindi se lo dai in prestito per 6 mesi ha il suo valore. Muriel? Mi fa impazzire, quando sta bene e parte palla al piede è l’unico che mi ricorda Ronaldo quello vero, il fenomeno”.

PAOLA DI CARO:Il calciomercato? Lo odio! (ride, ndr). Muriel? Non mi sembra molto un giocatore spallettiano, è troppo discontinuo. L’idea che adesso si stia cercando un giocatore come Defrel mi perplime. Quindici milioni per Defrel? Per me siamo al delirio. In casa avevi calciatori infinitamente più validi e invece li hai cacciati via a calci. L’acquisto di Defrel non mi farebbe felice. Costerebbe 6 milioni di più rispetto a quanto hai venduto Ljajic”.

ROBERTO INFASCELLI:Sono arrivate dichiarazioni importanti, la Roma ostenta il fatto che ci crede veramente. Speriamo. Io ho sempre paura di sbandierare troppo. Io non penso che Atalanta-Roma sarà una partita da vincere, ma il prossimo blocco è quello che ti dirà tutto, ti dirà quello che tu potrai fare da grande. Soprattutto Manolas è apparso molto determinato, evidentemente sente che in difesa qualcosa di è messo a posto. El Shaarawy? Si diceva che non fosse quello dello scorso anno, ma perché? Ha sempre fatto bene. Il sostituto naturale di Salah sarà lui, mi pare piuttosto ovvio”.

PAOLO CENTO:La partita della Nazionale di stasera? Io quando vedo le partite della Nazionale, tifo per i calciatori della Roma. Quindi se De Rossi segna festeggio, ma comunque la vedo senza particolare enfasi. Ieri si è riaccesa la questione stadio: Caudo è stato molto duro con Berdini e il Comune di Roma. Ora la Conferenza dei Servizi sta entrando nel vivo delle sue scelte”.

GUIDO ZAPPAVIGNA:Depay non mi fa impazzire, preferisco il Papu Gomez, è uno che metti là e gioca. Tra l’altro è spinto dalla voglia di vincere qualcosa in carriera. Stasera spero che ci siano almeno un paio di gol di Daniele De Rossi per superare Paolo Rossi: lui se lo merita perché sta vivendo una grande stagione. Questo scudetto la può perdere solo la Roma, a Torino cominciano ad avere un po’ di paura”.

CHIARA ZUCCHELLI:Tra Gomez e Depay prenderei Gomez. Io punterei molto sulla volontà del giocatore, che è legatissimo all’Atalanta ma a 29 anni avrebbe l’ultima occasione per vincere qualcosa in carriera. La Roma e questo De Rossi qua devono tanto alla Nazionale: quel mese e mezzo agli Europei con Conte gli ha dato tanta carica”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy