L’Avversario: la Sampdoria

La vera forza della squadra è sempre l’allenatore Mihajolovic, che ha fatto sentire i suoi giocatori tutti importanti senza escludere nessuno

di Redazione, @forzaroma

La Roma sarà una squadra in difficoltà, e come se non bastasse sta affrontando squadre che escono fuori da periodi negativi: è il caso della Sampdoria, che si è brillantemente ripresa dopo un momento di crisi causato da un normale calo fisiologico, e dall’inserimento nel gruppo dei nuovi arrivati. Ceduto Gastaldello al Napoli, il vulcanico presidente Ferrero ha rafforzato la squadra con molti arrivi interessanti culminati con gli ingaggi di Eto’o, e Muriel. Il primo sarà anziano, ma è sempre una spina nel fianco se indovina la giornata, mentre il secondo è fortissimo fisicamente, e tecnicamente, e se ascolterà i consigli di Mihajilovic, finalmente diventerà un grande campione.

 

La vera forza della squadra, comunque, è sempre l’allenatore Mihajolovic, che ha fatto sentire i suoi giocatori tutti importanti senza escludere nessuno. Il gruppo, infatti, è molto compatto, in cui tutti quanti sono indispensabili. I punti di forza del gioco di Mihajilovic sono un ottimo miscuglio di grinta, potenza e velocità, i cui interpreti sono dei giocatori che hanno tutte le caratteristiche tecnico-tattiche per mettere in difficoltà la Roma di Garcia. Un’altra grande qualità di Mihajlovic è quella di rivitalizzare e al tempo stesso valorizzare tanti giocatori che sembravano destinati a cadere nel dimenticatoio: ci riferiamo a due giocatori romani, a cominciare da De Silvestri, che è diventato un altro giocatore rispetto a quando giocava con la Lazio, e la Fiorentina, oppure ad Okaka, che è diventato un giocatore vero, rispetto ai tempi di Roma e Parma. E poi c’è Romagnoli, il vero e proprio ex di lusso della serata: il cambio d’aria è stato una vera e propria mano santa per questo ragazzo, perché se fosse rimasto a Roma sarebbe rimasto schiacciato dall’apatia che regna dentro Trigoria.
Una cosa è certa: l’anno prossimo Romagnoli sarà il primo acquisto della società di Pallotta. Mihajilovic gioca col 4-3-3, e la formazione che scenderà in campo dovrebbe essere quella con Viviano in porta, De Silvestri e Regini difensori di fascia, e Romagnoli e Silvestre al centro. Lo storico capitano Palombo avrà le chiavi del centrocampo, e sarà affiancato da due veri e propri stantuffi, Objang, e Duncan, che sostituirà lo squalificato Acquah. Eto’o sarà la punta centrale, e sarà affiancato da Muriel, e da Eder. Mihajilovic ha a disposizione la migliore formazione per fare il cosi detto colpaccio all’Olimpico, e siamo certi che ha una grandissima voglia di fare un brutto scherzo alla sua ex squadra, che lasciò nel 1994 a causa delle polemiche col presidente Sensi. Non è questo il motivo della sua grande voglia di vincere: il primo è che l’allenatore serbo si è affermato nelle file della Lazio, e tifa bianco celeste, e vincendo farebbe un favore alla Lazio che sta tallonando la Roma; l’altro motivo per cui Mihajlovic vuole vincere è quello di continuare a cullare un sogno chiamato Europa League.

 

GLI ULTIMI PRECEDENTI ALL’OLIMPICO

Lo scorso anno la Roma batté la Sampdoria per 3-0 giocando in uno Stadio Olimpico orfano delle due curve, squalificate per colpa di alcuni cori di razzismo territoriale, (la Roma pagò il prezzo più alto rispetto alle altre società). Mattatore della serata fu Mattia Destro, che aprì e chiuse la gara segnando al 44’, e al 57’. Il gol del raddoppio lo realizzò Pjanic al 54’. L’ultimo pareggio, invece, risale alla stagione 2012-2013, e finì 1-1 con rete di Totti al 18’, e pareggio di Munari all’84’. L’ultima vittoria doriana all’Olimpico resterà una della pagine più nere della storia della Roma: i giallorossi, che erano riusciti a scavalcare l’Inter al primo posto della classifica, uscirono sconfitti per 1-2 perdendo primo posto, e alla fine dell’anno lo scudetto a favore dei nero azzurri. L’unica “consolazione” fu che la Sampdoria si classificherà al quarto posto della classifica guadagnandosi la possibilità di giocarsi lo spareggio per l’entrata in Champions League

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy