L’Avversario: l’Udinese di Colantuono

Il club friulano sta continuando la politica di valorizzazione dei giovani. Lo scorso anno la Roma ha sconfitto l’Udinese per 2-1 soffrendo più del previsto

di Redazione, @forzaroma

La vittoria in casa della Juventus alla prima giornata di campionato, (0-1 nd.r.) aveva fatto pensare ai più che la compagine friulana avrebbe disputato un buon campionato. In realtà la partita era andata in modo diverso: l’Udinese, infatti, aveva vinto nell’unica azione da gol costruita dopo aver subito gli attacchi della Juventus per tutta la gara.

La formazione friulana, infatti, è molto modesta, e sarà grasso che cola se terminerà la stagione nella parte sinistra della classifica. E’ vero che le maggior parte delle risorse sono state investite sulla ristrutturazione dello stadio, ma sul calciomercato si poteva fare qualcosa di più. La società, infatti, sta continuando la politica di valorizzazione dei giovani, ma quest’estate è stato fatto il minimo indispensabile. Sono arrivati tantissimi giovani da valorizzare, il cui giocatore più interessante è l’iracheno Adnan, mentre l’unico acquisto di un certo rilievo è stato l’aver ottenuto il prestito di Zapata, che è arrivato dal Napoli nell’ambito dell’operazione che ha portato Allan in Campania.

E’ arrivato anche dalla Roma il centrocampista brasiliano Marquihno, che sarà il grande ex della serata insieme al paraguaiano Piris, ma l’acquisto più importante della stagione è stato il nuovo allenatore Colantuono. L’ex allenatore dell’Atalanta è stato chiamato a guidare la squadra dopo il fallimento del giovane ed inesperto Stramaccioni, e sta valorizzando il materiale che gli è stato messo a disposizione. Siamo sicuri che domani sera assisteremo ad un Udinese chiuso nella propria metà campo, ad aspettare gli attacchi della formazione giallorossa. Colantuono, che ha deciso di far giocare i suoi ragazzi col 3-5-2, o 3-5-1-1, due moduli molto difensivi che, come tutti sanno, trasformano la difesa a cinque quando si viene attaccati. La formazione che scenderà in campo dovrebbe essere quella con Karnezis, in porta, con Piris, Danilo, ed Wague difensori centrali. Widmer e Adnan operano rispettivamente sulla corsia di destra, e sinistra, mentre Lodi ha il compito di dare ordine a centrocampo, coadiuvato da Badu, e Iturra. Fernandes dovrebbe essere il tre quartista davanti a Therau. E’ difficile, che Totò Di Natale giochi dal primo minuto, ma siamo certi che in caso di necessità entrerà per dare il suo apporto, visto che ancora oggi è la stella della squadra.

GLI ULTIMI PRECEDENTI ALL’OLIMPICO
Lo scorso anno la Roma ha sconfitto l’Udinese per 2-1 soffrendo più del previsto: i friulani, infatti, erano passati in vantaggio con Perica al 19′,ma la Roma era riuscita a ribaltare lo svantaggio grazie al pareggio di Naingolann al 45′, e a Torosidis al 65′. L’ultima vittoria in casa giallorossa dell’Udinese risale alla campionato 2012-2013: finì 2-3 con i giallorossi in vantaggio per 2-0 con due gol di Lamela al 22′, e al 24′, ma con un Udinese che sfrutta il rilassamento generale della Roma accorciando le distanze con Domizi al 34’ e pareggiando la gara al 50′ con Di Natale. Il match diventa molto equilibrato fino all’88’, quando l’arbitro di porta s’inventa un rigore per l’Udinese per un “fallo” di Castan su Pereyra. Di Natale trasforma la massima punizione regalando alla sua squadra una vittoria insperata. L’ultimo pareggio dell’Udinese all’Olimpico risale alla stagione 2008-2009: finì 1-1 con un botta e risposta nel giro cinque minuti: Felipe porta in vantaggio i bianco neri al 54′, ma fortunatamente al 61′ la Roma pareggerà con Vucinic.

Alberto Balestri

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy