L’Avversario: l’Atalanta

di finconsadmin

(di Alberto Balestri) La Roma si reca a Bergamo con l’obiettivo di dare seguito alla serie positiva inaugurata con la splendida vittoria contro la Juventus. I giocatori di Andreazzoli, per?, non devono pensare di aver risolto tutti i problemi: i tre punti meritati contro la capolista, infatti, sono stati figli anche di una prestazione in chiaroscuro della Juventus.

 

Per di pi? i capitolini saranno privi di De Rossi, e soprattutto di Francesco Totti. Come se non bastasse, la compagine di Andreazzoli trover? un’Atalanta indiavolata, che vorr? riscattare la sconfitta beffarda contro il Torino, ed il match dell’andata perso contro i giallorossi per 2-0. Quel giorno, infatti, i bergamaschi non meritavano di perdere, anzi, in alcuni momenti avrebbero anche meritato la vittoria. Il vero problema della formazione di Colantuono ? la discontinuit?: per tutta la stagione, infatti, l’Atalanta ha alternato prestazioni positive e negative, che lo scorso anno venivano supplite dai gol di Denis, che in questa stagione ha segnato molto di meno rispetto a quella precedente.

 

Nonostante tutto Colantuono sta preparando con cura la gara, pungolato anche dal presidente bergamasco Percassi, e dal direttore sportivo Marino, i quali hanno fatto intendere alla squadra di non voler pi? assistere ad altre disfatte. L?Atalanta che affronter? i giallorossi si ? rinnovata durante il calciomercato invernale. In difesa sono arrivati Scaloni, Contini, Canini, e Del Grosso, (assente per squalifica); l’attacco, invece, ? stato rafforzato con l?arrivo di Brienza, il ritorno di Budan, e l’arrivo dall?Inter di Livaja, giunto a Bergamo in compropriet? in cambio dell?italo argentino Schelotto. Hanno lasciato la citt? lombarda anche Manfredini, ceduto al Genoa, e Peluso, che ? andato in prestito alla Juventus. Il modulo adottato da Colantuono ? il 4-3-2-1, e la formazione che affronter? la Roma dovrebbe essere quella con Consigli trai i pali, e una difesa composta da Scaloni e Brivio difensori di fascia, con Stendardo e Canini al centro. Il centrocampo a tre sar? formato dai rientranti Biondini, e Bonaventura con Radovanovic in cabina di regia, mentre Moralez e Brienza giocheranno a ridosso di Denis. La rosa ? completata dai portieri Polito e Frezzolini, i difensori Brivio, Lucchini, Ferri, e Contini, i centrocampisti Troisi, Biondini, Carmona, Radovanovic, Cigarini, Bonaventura. Marilungo e De Luca completano il parco-attaccanti. L’unico problema vero ? che il maltempo: ? da gioved?, infatti, che sta nevicando in tutta la Lombardia, e anche per domenica ? prevista neve su Bergamo. La societ?, che ha appena rifatto il manto erboso ha provveduto a mettere i teloni di protezione, ma potrebbero fare poco in caso di neve fitta. L’unico problema, infatti, non solo il rinvio della partita, ma anche le squalifiche sopra citate di Totti e De Rossi, i quali, in caso di rinvio sconterebbero la squalifica nella gara contro il Genoa. Tocchiamo ferro, e speriamo che si giochi regolarmente.

 

GLI ULTIMI PRECEDENTI?

Eccezion fatta per la stagione 2010-2011, anno in cui l’Atalanta era in Serie B, la Roma ha vinto due volte allo stadio ?Atleti Azzurri d’Italia? negli ultimi quattro confronti. La cosa curiosa ? che in entrambe le gare la compagine capitolina ha vinto per 1-2 rincorrendo sempre il suo avversario. Nella stagione 2007-2008, Totti al 38′, e Mancini al 45′ risposero al vantaggio iniziale di Ferreira Pinto al 17′; nel campionato 2009-2010, Vucinic al 44′, e Perrotta al 64′ replicarono al gol di Ceravolo al 13′. Da dimenticare, invece, i restanti confronti: nella stagione 2008-2009 la Roma bruttissima usc? da Bergamo con un secco 3-0 subendo i tre gol nella ripresa tra il 50′, e il 60′. Peggio ancora and? lo scorso anno: una Roma inguardabile fu sconfitta per 4-1, al punto che il tecnico Colantuono invit? i suoi giocatori a fermarsi per evitare che la formazione capitolina uscisse con un punteggio ancora pi? umiliante. La gara verr? anche ricordata per l’esclusione di De Rossi da parte di Luis Enrique: ?capitan futuro?, infatti, si era? presentato in ritardo di soli cinque minuti nella riunione tecnica prima di recarsi allo stadio. Tale decisione scatener? un putiferio mediatico sulla decisione presa dal tecnico asturiano, che sar? pesantemente attaccato da giornali, radio, e televisioni romane.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy