L’Avversario: l’Atalanta di Colantuono e Denis

di finconsadmin

(di Alberto Balestri) La Roma torna in campo dopo l’ennesima nefandezza subita da parte del “Palazzo”, e delle televisioni, che hanno deciso di punire Destro con tre giornate di squalifica, oltre a quella inflittagli dallo “sbadato” arbitro Massa contro il Cagliari per cumulo di ammonizioni. Non ci saranno nemmeno Florenzi e Pjanic, anch’essi squalificati. Come se non bastasse Benatia starà fermo fino alla fine del campionato, e se poi anche Totti è in condizioni fisiche precarie l’impegno contro l’Atalanta diventa più difficile del previsto. Tutto dipenderà se la compagine bergamasca avrà di nuovo voglia di giocare dopo il sorprendente scivolone casalingo contro il Sassuolo.

 

Siamo certi, però, che la formazione lombarda darà il massimo contro i giallorossi per tre motivi: il primo è per ricominciare la serie positiva; il secondo è per accontentare i loro tifosi che non hanno mai amato la Roma. Ci ricordiamo tutti la scena orrenda di quest’estate del carro armato con sopra l’ex capitano Stromberg e il neo acquisto Migliaccio, che passa sopra una macchina coi colori del Brescia, e una vettura colorata di giallorosso con tanto di scritta offensiva contro la Roma. Se la formazione atalantina sta disputando un ottimo campionato il merito è del tecnico Colantuono, che ha formato un ottimo gruppo. Il tecnico di Nettuno, ma che tifa per la Roma e che l’avrebbe sempre voluta allenare, ha costruito una squadra che fino a due settimane fa sembrava addirittura in corsa per un posto in Europa League.

 

Il modulo che Colantuono ha adottato è il 4-4-1-1, i cui punti di forza sono il difensore centrale Stendardo, che insieme a Yepes hanno formato una coppia centrale di grande esperienza, ma anche dei centrocampisti interessanti come Cigarini e l’esterno sinistro Bonaventura. La punta di diamante dell’attacco è Denis, attaccante argentino molto pericoloso che fa reparto da solo, mentre il suo compagno di reparto sarà De Luca, che giocherà trequartista. La squadra è composta anche da altri giocatori come, ad esempio, il centrocampista Carmona, che forse non ci sarà a causa di problemi al ginocchio, e sarà rimpiazzato da Baselli. L’altro esterno del centrocampo, invece, sarà Estigarriba. In porta ci sarà Consigli, che quando è in giornata para l’impossibile, mentre i due laterali difensivi saranno Benalouane, e Brivio, che giocherà al posto dello squalificato Del Grosso. La rosa è completata dai portieri Sportiello e Frezzolini, dai difensori Nica Lucchini, e l’infortunato Scaloni, mentre il capitano Bellini che si accomoderà in panchina poiché non ha ancora i novanta minuti nelle gambe a causa di un infortunio che lo ha tenuto tre mesi lontano dai campi da gioco. Il centrocampo, invece, è completato da Koné, Migliaccio, e Maxi Moralez. Completa, invece, il reparto avanzato Betancourt, Livaja, e Brienza.

 

 

GLI ULTIMI I PRECEDENTI ALL’OLIMPICO

Lo scorso anno la Roma sconfisse i bergamaschi per 2-0: la gara si giocò alle 12,30. Prima dell’inizio del match la società mise in scena la Hall of Fame con la formazione di tutti i tempi formata da vecchie glorie, o da campioni recenti. Le reti furono messe a segno da Lamela al 29’, e Bradley al 61’. Il risultato, però, non deve ingannare nessuno, poiché la compagine di Colantuono mise in difficoltà la Roma zemaniana, colpendo anche una traversa con Moralez. Più netta, invece, la vittoria giallorossa nella stagione 2011-2012: il risultato fu di 3-1 con reti di Bojan al 20’, e Osvaldo al 31’. Nella ripresa l’Atalanta riapre la partita al 47’ nell’unica azione avuta a disposizione con un colpo di testa di Denis; la squadra allora allenata di Luis Enrique, non si scompone e mette sotto i nero azzurri venendo premiata all’81’ con una rete di Fabio Simplicio. L’ultima vittoria dell’Atalanta all’Olimpico risale alla stagione 2002-2003, quando i bergamaschi si imposero per 1-2 nell’ultima giornata di campionato: quei tre punti permisero ai lombardi per accedere allo spareggio per non retrocedere in Serie B che perderanno contro la Reggina. Per la formazione giallorossa segnerà al 30’ il momentaneo 1-1 un giovane Daniele De Rossi. L’ultimo pareggio, invece, si è verificato nell’ormai lontano campionato 1992-93, e finì 2-2.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy