L’Avversario: il Pescara di Bucchi

di finconsadmin

(di Alberto Balestri) Un solo punto nel girone di ritorno: ? questo il triste ruolino di marcia del Pescara. E pensare che, dopo la vittoria contro la Fiorentina in trasferta nell’ultima partita del girone di andata erano in tanti a pensare che questa squadra si sarebbe potuta salvare. Le cose, invece, sono andate in maniera diversa, al punto che perfino Bergodi, subentrato a Stroppa, ? stato esonerato facendo spazio a Christian Bucchi, ex giocatore del Perugia, e allenatore delle giovanili abruzzesi.

 

 

La matematica ancora non condanna il Pescara, ma ormai la squadra ? retrocessa in Serie B. L’impegno dei giallorossi sarebbe una formalit?, ma non ? affatto cos?. Primo perch? la Roma ? capace di far resuscitare anche gli zombie, come ad esempio il Palermo, e non dimentichiamoci che del rischio corso in Coppa Italia contro la peggior Inter degli ultimi cinque anni. Secondo perch? bisogna avere rispetto di tutti gli avversari, e il Pescara non ha assolutamente voglia di scendere all?Olimpico come comparsa. La formazione abruzzese, ad esempio, era riuscita a rimontare due reti contro il Siena, prossimo avversario della Roma, per poi perdere 2-3 per colpa di un gol inesistente. Oppure ? bastato un gran tiro di Cascione per riaprire una partita ormai chiusa contro la Juventus, che ? finita 2-1. Queste squadre, infatti, non hanno pi? nulla da perdere, e come se non bastasse nel Pescara militano degli ex romanisti che vorranno dare il massimo per alterne motivazioni. Partiamo da Caprari che, nelle interviste rilasciate ieri sui giornali, ha una gran voglia di tornare a Roma, e per questo motivo giocher? una bella partita. Motivazioni opposte per quanto riguarda Pelizzoli che, siamo pronti a scommettere, si travestir? da Buffon dopo che la societ? dovette mandarlo in tribuna nell?infausta stagione 2004-2005 perch? non riusciva a bloccare nemmeno gli stracci bagnati. E meno male che D’Agostino non ci sar?, e che Blasi non dovrebbe avere conti aperti contro la suadra che lo lanci? in Serie A nella campionato 1999-2000. Un?altra persona motivata ? il presidente Sebastiani: se i dirigenti della Roma non gli avessero portato via Zeman non essendo convinti, il boemo avrebbe firmato ancora per i bianco azzurri, forse il Pescara si sarebbe potuto salvare malgrado la partenza di pezzi pregiati come, ad esempio Verratti. Il modulo col quale Bucchi ha messo in campo la squadra nelle ultime gare ? il 4-2-3-1, ma non ? detto che adotti un modulo pi? prudente. La squadra che dovrebbe scendere in campo dovrebbe essere quella con Pelizzoli in porta, e una difesa formata? da Balzano sulla corsia di destra, Modesto in quella di sinistra, e Capuano e Kosic al centro. Rizzo e Togni sono i due centrali di centrocampo, mentre Celik. Cascione e Caprari si posizioneranno sulla tre quarti davanti a Sforzini.

 

GLI ULTIMI PRECEDENTI

Il Pescara mancava in Serie A da diciannove anni, quindi per andare a cercare le ultime gare disputate nella capitale. Facendo un grandissimo salto indietro, per?, scopriamo cose poco carine: ?gli abruzzesi hanno sbancato l?Olimpico nelle due ultime gare che si sono disputate? contro la Roma. Nella stagione 1988-?89 gli abruzzesi vinsero per 1-3 con tre gol del brasiliano Tita in uno Stadio Olimpico in pieno rifacimento per i mondiali del 1990. Nella stagione 1992-?93 il Pescara neo promosso vinse per 0-1 con un gol di Nobile con la grande complicit? di Cervone al 71?. L?ultima vittoria dei giallorossi, invece, risale alla stagione 1987-?88: fin? 5-1 con due reti di Agostini, un?autorete di Di Cara, un gol di Giannini, e di Policano. Per i pescaresi and? a segno Sliskovic. Le altre gare sono terminate con la vittoria dei giallorossi, e nessun pareggio, e ci auguriamo vivamente che la Roma di oggi non crei un altro spiacevole precedente.?

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy