L’Avversario: il Parma di Donadoni e Amauri

di finconsadmin

(di Alberto Balestri) Quando domenica pomeriggio il Torino ? passato in vantaggio qualche tifoso romanista ha avuto un cosi detto groppo alla gola: non sarebbe stato piacevole affrontare la compagine emiliana dopo due sconfitte consecutive. La settimana precedente, infatti, gli emiliani erano usciti sconfitti immeritatamente contro la Sampdoria.

 

Fortunatamente il Parma ha vinto 4-1, con tre reti di Amauri, il quale marted? ha ricordato di quando realizz? due reti alla Roma nel 2011. Quel giorno, infatti,? il Parma pareggi? 2-2, e per evitare che il brasiliano di origine italiana possa ripetersi la Roma dovr? stare? molto concentrata anche di fronte ad un Parma ben costruito da Donadoni. Nella citt? emiliana, infatti, l?ex giocatore del Milan ha potuto lavorare con serenit? raggiungendo, salvo suicidi, l?obiettivo della salvezza.

 

La societ? ? molto soddisfatta del tecnico: secondo l?ex romanista, e attualmente direttore di ?Radio Parma FC? Alberto Di Chiara, il merito di Donadoni ? stato quello di cambiare mentalit?, e modulo ad una squadra che ad un certo punto di era persa per strada. In effetti l?idea di passare dal 4-3-3, al 3-5-2, ? stata ottima, perch? il Parma, infatti, ha guadagnato maggiore compattezza dal punto di vista tattico. La politica societaria ? quella di lanciare giovani, e valorizzarli, ma al tempo stesso quella di avvalersi di giocatori esperti, come ad esempio il portiere Mirante, che quando ? in giornata para tutto. Alessandro Lucarelli, invece, ? un faro per due giovani come Benalouane, e Paletta, anche se quest?ultimo ? gi? pronto per giocare in una grande squadra. A centrocampo l?esperienza del romanista mancato Gobbi, Marchionni, e Morrone sono un esempio per un ragazzo come Parolo, Ninis e Strasser, e Boniperti junior. Non ci siamo dimenticati affatto dei due ex romanisti della serata: Galloppa, e Rosi. Il primo ? un giocatore che la Roma ha lasciato andare troppo in fretta, e se non ? riuscito ad andare a giocare in una squadra pi? titolata, ? stato solo per colpa degli infortuni. Il secondo, invece, non ? riuscito a fare quel salto di qualit? che tutti quanti si erano immaginati, al punto da essere stato letteralmente regalato alla societ? emiliana. Se il gi? citato Amauri rappresenta l?esperienza, Sansone e Belfodil sono la nuova generazione dell?attacco parmense, soprattutto il francese di origine algerina, che nel match di andata realizz? uno dei gol con cui il Parma batt? la Roma 3-2. Era la notte di Halloween, e quella sera la formazione giallorossa vide le streghe per buona parte in una partita che, viste le condizioni pietose del campo, si sarebbe dovuta sospendere. Nonostante i teloni di protezione per colpa della copiosa pioggia caduta in tutt?Italia, infatti, il terreno del ?Tardini? si trasform? in una pantano degno della gara ?Scapoli-Ammogliati? del film ?Fantozzi?.

 

Ai tifosi della Roma non ? piaciuta la designazione arbitrale: l?arbitro di domenica sera, infatti, sar? quel Clemente Russo che, secondo chi scrive, ? il peggior arbitro della Serie A. Dopo la famigerata partita contro il Brescia di tre anni fa, questa persona ha arbitrato la Roma in altre occasioni concedendole rigori, ma prendendo delle topiche nello stesso match. Nessuno ha voglia di mettere le mani avanti, ma sappiamo benissimo che da due anni a questa parte la Roma non ? stata trattata bene dagli arbitri, quindi ? lecito che un tifoso romanista si preoccupi che a qualcuno che sta nella stanza dei bottoni non veda di buon occhio un ritorno della societ? di Pallotta nelle zone alte della classifca. I favori fatti ultimamente al Milan gi? sono un bell’indizio che, sommato ad alcuni torti subiti dai giallorossi, e dalle troppe partite disputate la sera fanno una bella prova.

 

ULTIMI PRECEDENTI?

Dopo il ritorno in Serie A, stagione 2008-2009, la Roma ha battuto due volte su tre in casa il Parma. Nell?anno della rincorsa all?Inter, annata 2009-2010, i giallorossi vinsero contro gli emiliani per 2-0: le reti furono messe a segno nella ripresa da Burdisso, che realizz? il suo primo gol in maglia giallorossa, e da Brighi nel finale. Come abbiamo gi? accennato sul profilo della formazione giallo blu, l?anno successivo il Parma coglie un bel pareggio per colpa di una Roma che pensava di avere i tre punti in tasca:? i giallorossi avevano chiuso il primo tempo in vantaggio di 2-0 con reti di Totti su rigore al 18?, e di Juan al 39?; nella ripresa, invece, gli emiliani trovano il gol del 2-1, e del 2-2 finale con due gol di Amauri al 74?, e al 79?. Lo scorso anno la Roma si prende una bella rivincita battendo il Parma per 1-0 con un gol dell?ex Borini al 26?. Il giocatore, infatti, era in compropriet? con la societ? del presidente Ghirardi, e a giugno sar? riscattato dal club giallorosso che lo ceder? al Liverpool a titolo definitivo.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy