L’Avversario: il Palermo di Iachini

Zamparini ha richiamato di corsa il tecnico di Ascoli Piceno sulla panchina dei rosanero promettendogli di non interferire più nel suo lavoro

di Redazione, @forzaroma

Alla fine Zamparini ha chiesto scusa ai tifosi sull’ennesima gestione scellerata dei tecnici, assumendosi l’errore di aver esonerato Iachini.

Nessuno si sarebbe mai aspettato un gesto simile del patron rosa nero, il quale ha richiamato di corsa il tecnico di Ascoli Piceno sulla panchina dei rosa nero promettendogli di non interferire più nel suo lavoro. Iachini ha, dunque, il compito di invertire la rotta negativa, ma non sarà un compito facilissimo.

Il Palermo, infatti, si ritroverà una Roma ferita dalla bella, ma sfortunata prestazione contro il Real Madrid. Al tempo stesso, però, la compagine di Spalletti dovrà fare molta attenzione ai giocatori rosanero, che saranno molto stimolati dal ritorno di Iachini, tecnico che avevano sempre voluto malgrado le follie di Zamparini. Iachini dovrà fare a meno di Goldaniga, di Lazaar, e di Sorrentino.

Quest’ultimo, però, è stato sostituito egregiamente da Fabrizio Alastra, un diciottenne di cui si parla molto bene, e che domenica sera vorrà mettersi in mostra davanti a molti addetti ai lavori che guarderanno l’incontro. Un giocatore che la Roma dovrà temere è Alberto Gilardino: la Roma è una delle squadre a cui ha fatto più gol, l’ultimo nel match d’andata finito 2-4 per i giallorossi.

Altro giocatore esperto è Maresca, Iachini sa benissimo che è difficile che torni a casa con i tre punti, e cercherà di rendere difficile la vita alla Roma facendo giocare la sua squadra in difesa. Il modulo, quindi, dovrebbe essere presumibilmente un 3-5-2, con Alastra tra i pali, con Struna, Gonzalez,e Andelkovic in difesa. A centrocampo Morganella giocherà sulla corsia di destra, mentre Rispoli giocherà sulla corsia di sinistra. Hiljemark, Jajalo, e Chochev saranno i tre interditori, sempre che Iachini non decida di fidarsi di Maresca, mentre Vasquez, e Gilardino saranno le due punte.

GLI ULTIMI PRECEDENTI ALL’OLIMPICO
Lo scorso anno il Palermo ha sconfitto la Roma all’Olimpico per 1-2. La gara sarebbe dovuta finire in parità, ma il gol della vittoria di Belotti al 90’ era in fuorigioco. In precedenza il Palermo era passato in vantaggio con un gol di Vasquez su rigore al 35’, ma era stato raggiunto da un cucchiaino di Francesco Totti all’86. Per fortuna che la sconfitta era ininfluente: era l’ultimo atto della stagione 2014-2015, e la Roma era matematicamente seconda grazie alla vittoria nel derby una settimana prima.

La partita fu preceduta dalla “famosa” conferenza stampa molto polemica di Garcia il giorno prima, che scatenò le polemiche tra tifosi, e addetti ai lavori, e anche dalla società, che, però, non esonerò il tecnico francese. L’ultima vittoria della Roma risale alla stagione 2012-2013, anno in cui il Palermo è retrocesso in Serie B. E’ finita 4-1 per la Roma, con rete di Totti all’11, Osvaldo al 31′, Lamela al 69′, e Destro all’80.

L’attaccante attualmente in forza al Milan, già ammonito, sarà espulso per essersi tolto la maglietta durante l’esultanza, e salterà il derby contro la Lazio che si sarebbe disputato la domenica successiva. Con un uomo in meno la Roma concede qualcosa al Palermo, che all’84’ segnerà il gol della bandiera con Ilicic. L’ultimo pareggio risale, invece alla stagione 2004-2005: finì 1-1 con rete di Grosso al 32’, e pareggio su rigore di Totti al 58’.

Alberto Balestri 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy