L’Avversario: il Cagliari di Pulga e Daniele Conti

di Redazione, @forzaroma

(di Alberto Balestri) Alla fine ? un bene che questa partita si giochi venerd? 1, e non pi? mercoled? 27 febbraio.La Lega, infatti, aveva stabilito l?eventuale cambio di data, per permettere alla Roma di disputare la semifinale di Coppa Italia contro l?Inter lo scorso 30 febbraio, ma visto che la squadra giallorossa, gi? zeppa di problemi societari gestiti in maniera dilettantesca, ha molti giocatori infortunati e fuori forma, avrebbe rischiato di perdere contro i nero azzurri di Stramaccioni. Sembra un paradosso, ma ? la verit?: alla fine il presidente Cellino ha fatto ?bene? ha prendersi una ?rivincita? dopo la pietosa sceneggiata, (spalleggiato da un tal Claudio Lotito?), per la sconfitta per 0-3 atavolino del match di andata sancita dal giudice sportivo per aver spinto i tifosi a recarsi allo stadio-cantiere di Is Arenas nonostante la decisione di giocare a porte chiuse.

 

Il motivo per cui la Roma deve dare una lezione ai sardi non ? solo quello di spazzare via tutte le polemiche interne, ma anche per chiudere la bocca al presidente sardo, e per conquistare la prima vittoria in campionato nel 2013. Se l?ambiente giallorosso non si sar? ancora ricompattato, per?, non sar? facile avere ragione di un Cagliari che scender? all?Olimpico per cercare di conquistare almeno un punto per restare in Serie A.

 

Dopo i problemi d?inizio stagione, culminati con l?esonero di Ficcadenti, la squadra ha trovato pi? equilibrio, e serenit? con l?arrivo del duo Pulga-Lopez. La societ?, comunque, si sta muovendo per rafforzare la squadra, e non ? detto che entro il 31 gennaio arrivi qualche rinforzo, al posto di Pinilla, che dovrebbe essere venduto all?Atalanta. La formazione che venerd? sera scender? in campo all?Olimpico dovrebbe essere quella che ha pareggiato allo scadere contro il Palermo.

 

Il modulo di Pulga e Lpoez sar? il 4-3-1-2, ma pensiamo che adotter? un atteggiamento molto prudente,? e non spregiudicato. In porta ci sar? Agazzi, che quando ? in giornata, o in questo caso in serata, ? un?ottima saracinesca. La difesa a quattro sar? formata da Pisano a destra, e Avelar a sinistra. Al centro ? stata confermata la coppia Rossettini e Astori, con quest?ultimo che l?anno prossimo dovrebbe tornare al Milan. Se giocasse sempre controla Roma DanieleConti sarebbe un punto fermo della nazionale, ma il figlio di Bruno disporr? solo delle chiavi del centrocampo sardo, e far? coppia con gli interni Dessena, ed Ekdal.

In attacco Naingolan giostrer? dietro le punte Ibarbo, e Sau. Quest?ultimo, nella stagione 2010-2011, ? stato uno dei punti fissi del Foggia allenato proprio da Zeman. La rosa dei sardi ? completata dal secondo portieri Avramov, i difensori Del Fabbro, e? Perico, i centrocampisti? Casarini, Ekdal, e Cossu, e gli attaccanti Thiago Ribero, e Silva. Nen? si ? ristabilito dai problemi muscolari, ma sicuramente partir? dalla panchina.

 

I PRECEDENTI A ROMA?

L’11 settembre del 2001 verr? per sempre ricordato per il tragico attentato alle Torri Gemelle di New York. Dieci anni dopo, invece, il tifoso romanista ricorder? quella data anche perch? il Cagliari ha espugnato l?Olimpico dopo quaranta tre anni.La Romadi Luis Enrique faceva il suo esordio davanti al proprio pubblico, ed i giocatori si impegnavano per attuare gli schemi del tecnico spagnolo, ma senza successo. Come se non bastasse, le poche occasioni da rete vengono anche neutralizzate dal bravissimo Agazzi. Il Cagliari, comunque, non resta a guardare, e dopo qualche occasione da rete passa in vantaggio al 68′ con Daniele Conti, (uno a caso…), 0-1.La Romaresta in dieci per l?espulsione di Jos? Angel, ma non si arrende, ma dopo una bella parata di Agazzi su un calcio di punizione di Totti, il Cagliari raddoppia con El Kabir.

 

La Roma reagisce, e trova il gol solo all’ultima azione con De Rossi, che sfrutta una respinta di Agazzi su una punizione di Totti. Finisce 1-2, ma a fine gara i tifosi giallorossi applaudono la squadra per l’impegno, e per la fiducia del nuovo progetto attuato dalla nuova propriet?. Tuttavia, alla fine dell’anno gli applausi si tramuteranno in fischi:la Roma, infatti, non si qualificher? per le Coppe Europee dopo tredici anni. L’ultima vittoria della Roma in casa contro i sardi risale alla stagione 2010-2011: la compagine giallorossa vince con un rotondo 3-0 con reti di Totti su rigore al 22′, Perrotta al 71′, e Menez al 90′. L’anno precedente, invece, la formazione giallorossa aveva vinto per 2-1 con due gol di Totti al 79′ e all’83’ su rigore. I sardi, invece, erano passati in vantaggio con Lazzari al 73′. L?ultimo pareggio casalingo, invece, risale alla stagione 1999-2000, e fin? 2-2.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy