L’Avversario: il Cagliari di Lopez e Daniele Conti

di finconsadmin

(di Alberto Balestri) La Roma torna a Cagliari dopo la vittoria per 0-3 a tavolino dello scorso anno causata dall’opposizione del presidente Cellino di far giocare la gara a porte chiuse nello stadio di Sant’Elena Quartù, stadio costruito in fretta e furia a causa dell’inagibilità dello stadio Sant’Elia. Per ottenere definitivamente i tre punti sacrosanti, però, la società giallorossa ha aspettato la fine dell’anno: il patron dei sardi, infatti, ha fatto ricorso anche alla giustizia ordinaria senza successo. La cosa più grave, però, fu il modo in cui Cellino fu spalleggiato da tanti colleghi, e alcuni organi di stampa, soprattutto alcune emittenti radio televisive della Lazio solo per antiromanismo e antiromanità. Ad un anno di distanza la situazione è cambiata: il Cagliari è tornato a giocare in un Sant’Elia che ospita solo 5000 spettatori, (e pensare che lo stadio fu ristrutturato per i mondiali del 1990), mentre Cellino, che non ha potuto costruirsi lo stadio di proprietà, ha acquistato il Leeds United. Tale acquisto, però, è stato bocciato dalla federazione inglese per una condanna per evasione fiscale per il mancato pagamento dell’IVA sulla sua barca a vela e, secondo chi scrive, anche perché all’estero tengono conto di tante cose che nel nostro paese passano “inosservate”. In attesa del ricorso, però, Cellino dichiara amore al club inglese sperando di lasciare il Cagliari, cosa che non piace ai suoi tifosi e alla squadra che ultimamente è molto discontinua al punto da essere quasi risucchiata nella zona retrocessione. Diamo quindi per scontato che la gara contro i giallorossi sarà molto dura, anche perché, e non ne conosciamo i motivi, ogni volta che il Cagliari affronta la Roma lo fa come se fosse una finale di Champions League. Tutto questo succederà anche ora che i rapporti tra le due società sono tornati ottimi, altrimenti Naingolan non sarebbe mai venuto alla Roma. Il giocatore più indemoniato del Cagliari è Daniele Conti, che se affrontasse sempre la Roma sarebbe diventato il perno della nazionale.

 

Ci sono anche tanti altri giocatori che cercheranno di mettersi in mostra, come ad esempio Astori, soprattutto se è vero che l’anno prossimo il difensore centrale giocherà nella Roma. Nel match di andata si è aggiunto anche il portiere Avramov, che lo scorso novembre parò l’impossibile negando una vittoria meritatissima ai giallorossi. Fortunatamente, però, sarà una partita aperta a qualsiasi risultato, visto che l’allenatore Lopez gioca col 4-3-1-2, i cui punti cardine del suo modulo sono proprio Daniele Conti, fulcro del centrocampo, ma anche il suo compagno di reparto Ekdal. In attacco, invece, bisognerà stare molto attenti a Nenè, e Ibarbo, due ottimi elementi che non stanno facendo rimpiangere Sau, che è stato convocato dopo un lungo periodo di stop per problemi fisici. Sulla trequarti, invece, ci sarà Cossu. Il Cagliari ha in rosa anche due buone alternative: il centrocampista Erksson, e la punta Ibarbo. In difesa, invece, non ci sarà lo squalificato Rossettini, un ragazzo molto più bravo rispetto ai tanti difensori stranieri scarsi della Serie A. Speriamo che presto questo ragazzo abbia l’opportunità di fare il salto di qualità che merita.

 

 

GLI ULTIMI PRECEDENTI A CAGLIARI

Come abbiamo già in parte scritto lo scorso anno la Roma è “tornata alla vittoria” dopo vent’anni a Cagliari vincendo per 0-3 a tavolino: il “successo” dei giallorossi si verificò perché il presidente Cellino . L’ultima vittoria dei giallorossi in Sardegna risale alla stagione 1995-’96: la Roma vinse 2-0 con due gol dell’allora ex cagliaritano Fonseca. La vittoria dei capitolini sul campo tarda anche ad arrivare perché il Cagliari ha militato per diversi anni in Serie B. L’ultimo pareggio fu il beffardo 2-2 della stagione 2009-2010: i giallorossi conducevano 0-2 con reti di Pizarro al 52′, e Perrotta al 66′, ma furono recuperati nei minuti di recupero con rete dell’attuale allenatore Lopez al 91′ su un’azione viziata da un fallo di Daniele Conti, che pareggerà al 93′. L’ultima vittoria del Cagliari risale alla stagione 2011-2012: finì 4-2, con la Roma che era riuscita a ribaltare la rete iniziale di Ribeiro al 6′ grazie alle reti di Juan al 13′, e Borini al 34′. Al 41′ Pinilla pareggia per i sardi, che nella ripresa, domineranno i giallorossi superandoli con i gol di Ribeiro al 48′, ed Ekdal al 92′.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy