L’Avversario: il Cesena di Di Carlo

Squadra in salute che in casa ha già fatto risultato contro le altre prime della classe

di Redazione, @forzaroma

Sono passati solo due giorni dalla disfatta in Europa League contro la Fiorentina all’Olimpico, e la Roma deve affrontare il Cesena. Lo scorso anno quest’impegno sarebbe stato una cosi detta formalità, (anche se con i giallorossi non si deve mai dare nulla di scontato), ma vista la situazione allucinante dei capitolini, questa gara sarà difficilissima. La Roma è ormai allo sbando, mentre il Cesena, è una squadra in salute. Dopo un girone di andata orripilante, culminato con l’esonero di Bisoli a dicembre, le cose sono cambiate in positivo nel momento in cui è arrivato Di Carlo. L’ex tecnico del Chievo, infatti, è riuscito a costruire un gruppo inesistente senza usufruire di alcun tipo di rinforzo durante il mercato di gennaio. La squadra ha recepito gli insegnamenti del nuovo allenatore, al punto da cogliere un pareggio prezioso contro la Juventus tra le mura amiche, battendo anche la Lazio per 2-1 sempre all’Orogel Stadium, e pareggiando per 1-1 contro l’Inter a “Meazza”.

Ora come ora, infatti, tutti i giocatori del Cesena sono pericolosi, ma ce ne sono alcuni che potrebbero creare seri problemi alla formazione di Garcia. Il primo è l’attaccante Defrel, una punta molto veloce, e molto brava negli inserimenti, ma non dimentichiamoci di alcuni veterani come Brienza, oppure dell’ex laziale Mudingay, un giocatore di sostanza che da chili e centimetri al centrocampo di Di Carlo. C’è anche un altro giocatore che giocherà sotto la lente d’ingrandimento dei tifosi romanisti, ed è Carbonero. Il ragazzo è virtualmente un giocatore della Roma, ma non ha mai vestito il giallorosso poiché non aveva il passaporto comunitario. Per questo motivo la Roma lo ha mandato in prestito al Cesena dove, dopo un inizio difficile, è riuscito a ritagliarsi il suo spazio grazie a Di Carlo che lo ha fatto giocare da trequartista, spostandolo dalla fascia destra. Com’è giusto che sia nella storia giallorossa, domenica sera Carbonero giocherà una grande partita pur di dimostrare di essere pronto per vestire la maglia della Roma. Onestamente, però, la società capitolina non dovrebbe ancora tesserarlo per l’anno successivo, bensì mandarlo in prestito per un altro anno sempre in Serie A.

Il modulo scelto da Di Carlo è il 4-3-1-2, e l a formazione che scenderà in campo dovrebbe essere quella con Leali in porta, Perico e Renzetti difensori di fascia con Capelli e Kranjic al centro. Le chiavi del centrocampo dovrebbero essere affidate al sopracitato Mudingay, che dovrebbe essere affiancato da De Feudis, e Giorgi. Carbonero giocherà dietro le punte Defrel, e Djuric.

 

GLI ULTIMI PRECEDENTI A CESENA

Gli ultimi due confronti disputatisi allo “Stadio Manuzi” hanno sempre visto la Roma vincente. Nella stagione 2010-2011 i giallorossi vinsero 0-1 con autogol di Pellegrino al 90′ al termine di un’azione rocambolesca. Nell’ultimo atto della stagione 2011-2012, invece, la Roma vinse per 2-3: dopo il vantaggio iniziale del cesenate Del Nero, i giallorossi pareggiarono con Bojan al 27′, Lamela al ’37, per poi realizzare terzo gol con De Rossi. Al 90′ il Cesena accorcerà le distanze con Santana. Il punteggio fu molto bugiardo, perché la Roma avrebbe meritato di segnare qualche gol in più, e fu l’ultima partita di Luis Enrique alla guida della Roma.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy