La Roma attende Friedkin, ma anche il sì Kalinic al trasferimento

La Roma attende Friedkin, ma anche il sì Kalinic al trasferimento

Continuano le trattative per la cessione del club. Pertrachi vorrebbe consegnare un nuovo attaccante a Fonseca: da Mertens a Scamacca

di Redazione, @forzaroma

Aspettando Friedkin, la Roma va comunque avanti. Ne sono dimostrazione i rinnovi di Kolarov (sino al 2021) e quello ufficializzato ieri di Cristante (2024), la trattativa che il club sta portando avanti per il riscatto di Smalling, ma non solo. Come scrive Tuttosport, prima di inserire qualche elemento in rosa, Petrachi vorrebbe sfoltirla di qualche giocatore che non rientra più nei piani. I nomi sono i soliti: Kalinic, Juan Jesus, Pastore e Perotti.

Con Kalinic che ha rifiutato Bordeaux, Verona e Newcastle muoversi è impossibile. Nel caso il croato dovesse cambiare idea, la Roma vorrebbe sostituirlo con un attaccante giovane e da rilanciare. In più, un ragazzo che sappia entrare in punta di piedi nello spogliatoio, sapendo attendere il proprio turno, senza avanzare pretese di minutaggio. Per questo motivo l’ipotesi-Kean è stata accantonata. Com’è congelata la possibilità di arrivare a Mertens. Il giocatore piace e nonostante l’età (33) è tecnicamente quello che la Roma cerca ma i costi dell’operazione però appaiano improponibili. Le richieste del belga infatti sono un triennale da 4 milioni netti con bonus d’entrata di 5 e premio alla firma per il procuratore di 3. Tra i giovani, da segnalare il nome di Scamacca (ora all’Ascoli, ma di proprietà del Sassuolo). “Non ho fatto nulla per cui debba scusarmi, non voglio restare qui”: Nzonzi esce allo scoperto e chiede di andar via dal Galatasaray (dove ora è in prestito). Il francese in Italia piace al Toro ma lui preferirebbe la Premier.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy