Skorupski: «Io al Toro? Non lo so. Sapevo come Iago tira i rigori…»

Il portiere polacco, di proprietà della Roma, ha parlato del suo futuro e dello scontro ravvicinato con il suo ex compagno di squadra

di Redazione, @forzaroma

L’Empoli di Martusciello si gode un Lukasz Skorupski in gran forma. Oltre ad essere il portiere che più volte ha mantenuto la propria porta inviolata, il polacco, nella partita di ieri, è stato protagonista anche per aver neutralizzato un calcio di rigore a Iago Falque, suo compagno di squadra ai tempi della Roma.

“Abbiamo messo in campo tutto quello che dovevamo mettere. Sono queste le reazioni che ci portano alla salvezza, non quelle mostrate col Crotone – dichiara Martusciello -, degli arbitri non voglio parlare, noi siamo l’Empoli e dobbiamo risaltare il comportamento della squadra e non dei direttori di gara. Quando le decisioni vengono prese non si possono invertire, dobbiamo tenere la testa dentro la partita e farsene una ragione”.

Come riportato da Tuttosport, sono arrivati anche i commenti del protagonista di giornata: “Non voglio prendermi nessun merito – esclama Skorupski -, perché i complimenti vanno fatti alla squadra. Il rigore? Avevo studiato come il tira Iago Falque e immaginavo che avrebbe incrociato, quindi sono andato da quella parte. Dal campo non mi sembrava che ci fosse, ma poi Bellusci negli spogliatoi ha detto che aveva toccato Ljajic. Io al Toro il prossimo anno? Non ne so davvero nulla».

(T. Carmignani)
0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy