Roma, prima crisi. Difesa da rifare

Roma, prima crisi. Difesa da rifare

I giallorossi non possono più sbagliare: è stato l’input ricevuto ieri da Fienga nella riunione a Trigoria. Confronto tra dirigenza e squadra nel quale si è cercato di non dare alibi a nessuno

di Redazione, @forzaroma
L’Atalanta che vince a Firenze, costringe la Roma a inseguire. E sabato, a Bergamo, andrà in scena una sorta di spareggio per il quarto posto. I giallorossi non possono più sbagliare. Più o meno questo è stato l’input ricevuto ieri dal Ceo e Ad Fienga nella riunione andata in scena a Trigoria. Confronto tra dirigenza e squadra – scrive ‘Tuttosport’ – nel quale si è cercato di non dare alibi a nessuno con il richiamo al tecnico e ai calciatori. L’intera sfera tecnica e dirigenziale è sotto esame, soprattutto in questo momento di passaggio di consegne tra Pallotta e Friedkin.
Nel 2020, dopo aver chiuso il 2019 con 22 punti in 9 gare e appena 5 gol subiti, i giallorossi hanno rimediato 5 sconfitte in 8 partite. Un ruolino di marcia che va di pari passo con quello della difesa. Dall’inizio del nuovo anno la squadra di Fonseca ha subito 16 reti, 7 dal tandem Sassuolo-Bologna. Sabato sera il tecnico ha parlato di paura e di questione mentale, professandosi non preoccupato a livello tattico. In realtà la sensazione che si ha dall’esterno è che gli avversari abbiano capito come attaccare la Roma. Il portoghese ha già annunciato che qualcosa cambierà.
0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy