Fonseca ride: Mancini c’è

Come Hakimi, dopo soli due giorni è negativo il secondo tampone. Niente da fare invece per Smalling: il difensore non recupera

di Redazione, @forzaroma

Mancini come Hakimi. Positivo giovedì mattina, poco prima di Young Boys-Roma (che comunque avrebbe saltato lo stesso per squalifica). Negativo ieri, sabato, esattamente due giorni dopo. Ad annunciarlo lo stesso difensore sul profilo personale di Instagram: “Negativo agli ultimi due tamponi! Destinazione San Siro”. Fonseca dovrà fare a meno nuovamente di Smalling – ancora alle prese con la distorsione al ginocchio sinistro rimediata in allenamento, che gli ha fatto già saltare le ultime due gare ufficiali.

Con il recupero di Mancini, scrive Stefano Carina su ‘Tuttosport’, cambia il canovaccio tattico dei giallorossi. Senza Smalling e l’ex atalantino, il ricorso della difesa a tre appariva inevitabile. Con Mancini nuovamente disponibile, invece, Fonseca potrà schierare lo stesso trio che era già sceso in campo contro la Juventus e l’Udinese. A farne le spese nell’undici titolare sarà probabilmente Cristante, visto che Pellegrini retrocederà nel 3-4-2-1 al fianco di Veretout, lasciando i compiti offensivi a Pedro, Mkhitaryan e Dzeko. Se il bosniaco ha già segnato 4 reti ai rossoneri, anche l’armeno ha battuto in passato Donnarumma, ma con la maglia dell’Arsenal negli ottavi di finale di Europa League nel 2018.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy