Napoli, che disfatta. Un poker della Roma ribalta il campionato

La squadra di Sarri affondata dalla doppietta di Dzeko e dai gol di Under e Perotti

di Redazione, @forzaroma

Il gol di Dybala all’ultimo secondo contro la Lazio manda in cortocircuito il Napoli mentre si sta cambiando negli spogliatoi del San Paolo, scrive Pisoni su Il Giornale. La squadra di Sarri crolla clamorosamente in casa contro la Roma affondata dalla doppietta di Dzeko e dai gol di Under e Perotti, ma anche murata dalle parate di Alisson che stravince il duello con Insigne che pure aveva illuso il San Paolo dopo appena sei minuti.

Si è capito dopo due minuti che il gol di Dybala aveva scosso la squadra di Sarri, ma Perotti tutto solo davanti a Reina ha mandato alto sopra la traversa. Il vantaggio di Insigne avrebbe potuto rimettere a posto ogni cosa, scacciare la paura, invece il pareggio immediato di Under complice la carambola con Mario Rui ha rimandato in tilt il Napoli.

Reina resta a guardare Dzeko che salta in testa al colpevole Albiol per la rimonta giallorossa. Stesso copione nella ripresa con il Napoli ovviamente a menare le danze, ma anche tecnicamente meno pulito del suo solito: tanti errori in fase di impostazione.

Ovviamente è Insigne a creare occasioni a getto continuo, ma sulla sua strada trova un Alisson in formato mondiale. Il San Paolo rimane gelato a un quarto d’ora dalla fine quando nuovamente Dzeko con un sinistro a giro che è un capolavoro. Alisson si supera per l’ennesima volta con una duplice parata su Insigne. La Roma è micidiale e Perotti cala il poker su un erroraccio di Mario Rui. Di Francesco si conferma così bestia nera di Sarri, battuto all’esordio con il Napoli e bloccato due volte l’anno scorso sempre con il Sassuolo: il Napoli quattro gol in campionato non li prendeva dal 2015 con la Lazio.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy