È sempre effetto Under. Nuovo gioiello del turco e la Roma centra il tris

Vittoria fondamentale prima del ciclo “terribile” con Shakhtar, Milan e Napoli

di Redazione, @forzaroma

La terza vittoria di fila dà un messaggio chiaro al campionato: la Roma ha messo la crisi alle spalle e ha un Ünder in più nel motore, scrive Marcello Di Dio su Il Giornale.

A Udine sono bastati un guizzo individuale (quello del turco, al quarto gol in 3 gare) e il cinico sviluppo di azione su errore avversario (Perotti ferma il suo digiuno segnando il suo sesto gol al fotofinish, il quarto all’Udinese) per prendersi i tre punti. Fondamentali prima del ciclo “terribile” con Shakhtar, Milan e Napoli.

Il sinistro di Under, imprendibile per Bizzarri, spacca la gara a metà ripresa, ma è la ciliegina su una partita nella quale regala un tiro sventato dal portiere di casa, una rovesciata organizzata in mezzo metro senza fortuna e qualche decina di spunti ignorati.  Era un giocatore da venti minuti, con il lavoro svolto in allenamento ha imparato a gestire le energie nel corso di una partita. “Con i giovani ci vuole pazienza e lavoro – dice l’allenatore giallorosso – lui è arrivato a Roma con grande umiltà, si allena con impegno ed è tornato dalle vacanze che stava ancora meglio. Prepara il tiro con una velocità impressionante e riesce a nasconderlo fino all’ultimo. A volte forza la giocata quando non c’è, ma fa parte del suo percorso di crescita”.

La Roma da trasferta quest’anno ha tradito poco – unico ko in casa della Juve – e solo i bianconeri, il Napoli e la Lazio hanno vinto di più lontano dalle mura amiche. Ma la nuova filosofia tattica applicata da Di Francesco ha dato la svolta. Ora c’è da trovare conferme a cominciare dalla gara europea con lo Shakhtar. 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy