Eredivisie, Feyenoord-Den Haag 2-1. Ultima al De Kuip per Clasie?

Eredivisie, Feyenoord-Den Haag 2-1. Ultima al De Kuip per Clasie?

Vittoria sofferta ma meritata per il Feyenoord, che negli ultimi giorni di mercato potrebbe perdere il suo giocatore migliore.

di Piernunzio Pennisi, @ppen85

Vittoria con qualche patema nella ventesima giornata dell’Eredivisie per il Feyenoord, prossimo avversario della Roma nei sedicesimi di finale di Europa League. I biancorossi si sono imposti 2-1 al De Kuip sull’Ado Den Haag. Gli uomini di Rutten sono partiti forte, pressando gli avversari nella loro metà campo con grande intensità e facendo girare il pallone velocemente sfruttando l’ampiezza. Al 9’, su un cross dalla sinistra del terzino Nelom, Immers ha anticipato in spaccata l’incerto portiere avversario portando in vantaggio i suoi. Sull’1-0, i padroni di casa hanno continuato a macinare gioco e al 20’ è arrivato il gol del raddoppio: una bella combinazione con Boetius ha liberato nuovamente Nelom sulla sinistra; sul preciso traversone del terzino Toonstra ha trovato una deviazione volante che si è infilata in porta grazie ad alla carambola sul difensore centrale ospite Derijck. Il doppio vantaggio ha leggermente sopito l’aggressività del Feyenoord che ha abbassato il baricentro, concedendo campo agli avversari. Questo atteggiamento più passivo ha finito per riportare in partita il Den Haag, che, in avvio di ripresa, ha adottato un modulo più offensivo ed ha accorciato le distanze con una deviazione aerea di Van Duinen, su un calcio piazzato dalla sinistra. La rete degli ospiti ha aperto una fase molto vivace della partita: gli uomini di Rutten si sono risvegliati provando a riprendere in mano la situazione, ma si sono trovati davanti un avversario molto più convinto, deciso a tentare la clamorosa rimonta. Le emozioni non sono mancate da una parte e dall’altra ed i padroni casa non sono riusciti a mettere la vittoria al sicuro ed il risultato è rimasto in bilico fino al fischio finale. Nonostante la prestazione a due facce, in una partita che si è rivelata più complicata del previsto, i biancorossi raccolgono i tre punti e rimangono al terzo posto in classifica.

 

Il Feyenoord è una squadra in salute, che cerca sempre di tenere in mano il pallino del gioco; se riesce a chiudere l’avversario nella trequarti con la sua pressione sa attaccarlo con efficacia grazie ad una manovra veloce ed avvolgente, che sfrutta molto bene la propulsione sulle fasce laterali e porta tanti uomini in area di rigore tra attaccanti e centrocampisti che si inseriscono. Se attaccati, però, gli uomini di Rutten mostrano un certa fragilità difensiva e soffrono terribilmente il pressing. La Roma vista negli ultimi tempi deve temere soprattutto la buona condizione atletica mostrata dagli olandesi, che sono in grado di giocare con grande intensità.Il motore dei biancorossi è senza dubbio la regia di Clasie, centrocampista geometrico ed elegante, centro nevralgico del gioco; voci di mercato riferiscono che prima della chiusura della finestra di Gennaio potrebbe trasferirsi al Southampton per raggiungere Koeman: sarebbe un brutto colpo per i prossimi avversari della Roma in Europa League, quando mancano venti giorni al match di andata.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy