Stadio Tor di Valle, il pm Ielo: “La Procura non chiederà di bloccare l’iter. Roma estranea”

Stadio Tor di Valle, il pm Ielo: “La Procura non chiederà di bloccare l’iter. Roma estranea”

Il procuratore in conferenza stampa: “Per ora non ci sono atti amministrativi relativi all’impianto per cui si ravvisano alterazioni”. Stefàno sostituirà De Vito in Campidoglio

di Redazione, @forzaroma

“Non c’è alcun impedimento che parte dalla Procura all’iter del progetto stadio della Roma. Il Club giallorosso è estraneo ai fatti”. Lo fa sapere il pm Paolo Ielo durante l’incontro con la stampa, che si è tenuto nella sede della Procura a piazzale Clodio. Il progetto stadio di Tor di Valle assume dunque un ruolo marginale nell’inchiesta e non è a rischio stop. Come successo per l’inchiesta ‘Rinascimento’ che ha portato all’arresto di Luca Parnasi, la Roma, ancora una volta, non ha nessun coinvolgimento nella vicenda.

L’As Roma non è coinvolta – afferma Ielo – La Procura non chiederà di bloccare l’iter dello Stadio. Per ora non ci sono atti amministrativi relativi allo stadio per cui si ravvisano alterazioni. L’iter al momento non risulta alterato, ma è una cosa che ora non ci interessa e di cui non ci occupiamo. Per ora non ci sono atti amministrativi relativi allo stadio per cui si ravvisano alterazioni. La AS Roma non è coinvolta nell’inchiesta. De Vito è stato arrestato perché da presidente dell’Assemblea Capitolina si è messo a disposizione di Mezzacapo, che faceva capo al gruppo Parnasi, ma al momento non ci sono atti amministrativi che riportano anomalie. Il semplice fatto che si sia messo a disposizione ha fatto scattare l’arresto. Il vizio potrebbe riguardare l’interesse pubblico, che potrebbe essere stato valutato in maniera non imparziale. La Procura non chiederà di bloccare l’iter, ma potrebbero essere altre sedi a farlo“.

L’ormai ex presidente dell’Assemblea del Campidoglio De Vito è stato arrestato questa mattina e portato nel carcere di Regina Coeli, con l’accusa di corruzione e traffico di influenze. Il MoVimento 5 Stelle, che ha immediatamente fatto fuori De Vito, ha già pronto il sostituto. Si tratta del consigliere Enrico StefànoParnasi aveva promesso a De Vito il pagamento di una tangente da 95.000 euro, non solo per lo Stadio della Roma ma anche per Fiera di Roma

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy