Ronaldo trascina la Juve: 2-0 alla Roma. Dzeko entra nella ripresa – FOTO

Ronaldo la sblocca nel primo tempo, poi l’autogol di Ibanez chiude i giochi. Non basta la buona prestazione nel possesso palla, i bianconeri ora sono terzi con una partita in meno

di Valerio Salviani, @vale_salviani

Dopo l’exploit della scorsa stagione, l’Allianz Stadium torna a essere muro del pianto per la Roma. Contro la Juventus i giallorossi non giocano male, ma perdono l’ennesimo big match dell’era Fonseca. Ai bianconeri basta un gol di Ronaldo e l’autorete di Ibanez per portare a casa tre punti pesanti. La Roma non sfrutta il ritorno in campo di Dzeko, impiegato nell’ultima mezz’ora senza successo. La vittoria vale alla Juve anche il sorpasso in classifica con una partita in meno. La Roma torna quarta e si proietta al match con l’Udinese di domenica prossima, che vedrà il ritorno di Pellegrini e il probabile esordio di El Shaarawy.

La cronaca della partita

La Roma gioca, la Juve segna: Ronaldo fa 1-0

La Roma contro la Juve cambia pelle. Le assenze convincono Fonseca a irrobustire il centrocampo con Cristante, oggi capitano, schierato in mediana tra Veretout e Villar. In avanti c’è il tandem Mkhitaryan-Mayoral, con Dzeko che aspetta il suo momento in panchina. L’avvio dei giallorossi è convincente: per due volte nei primi cinque minuti riescono a sfondare a sinistra entrando in area, senza però riuscire a colpire. La Juventus sembra in difficoltà, ma alla prima occasione utile passa in vantaggio. È l’effetto Ronaldo, che riceve al limite da Morata, controlla con il destro e con il sinistro trova l’angolino beffando Pau Lopez. Male Cristante, che si perde Alex Sandro, decisivo nella costruzione dell’azione. Due minuti più tardi Villar viene messo a terra da Rabiot in area e chiede calcio di rigore, ma per Orsato è tutto regolare.

Al 21’ Cristante tira al volo sugli sviluppi di un calcio d’angolo e sfiora il gol del pareggio. La palla esce al lato, accarezzando il palo. La Juventus in attacco si appoggia a Ronaldo e il portoghese è sempre un pericolo. Al 27’ CR7 viene servito in area e tira di prima, Kumbulla sporca la palla che colpisce la traversa e cade poi sulla linea. La Roma stavolta è fortunata. La squadra di Fonseca palleggia con poco ritmo, ma riesce a giocare nella metà campo avversaria per la maggior parte del primo tempo. Lo testimoniano i sei corner battuti, che però i giallorossi non riescono mai a sfruttare. Nella Juventus a fare la differenza è Chiellini, che tiene insieme l’intera difesa creando una cerniera che regge per tutto il primo tempo. Al 45’ i bianconeri comandano con un gol di vantaggio.

Polveri bagnate, Ibanez fa autogol: la Juve vince 2-0

Nella ripresa il pressing offensivo della Roma cala, così come la precisione nei passaggi. La prima occasione è comunque dei giallorossi e arriva al 60’: Mkhitaryan scappa bene a centrocampo in mezzo a due, porta palla e serve Villar, ma lo spagnolo perde il tempo per il tiro e si fa murare. Al 63’ Fonseca decide che è arrivata l’ora di Edin Dzeko. Insieme a lui dentro anche Diawara e Perez. Escono Mayoral, Villar e Cristante. Il numero 9 e l’ex Barcellona confezionano subito un’occasione. Il bosniaco fa la torre su un lancio lungo di Mancini, tiro al volo di Perez che è potente ma troppo centrale. Szczesny para a terra senza difficoltà.

Come nel primo tempo, alla prima occasione utile la Juventus trova il gol. Protagonisti due nuovi entrati, Cuadrado e Kulusevski. Lo svedese viene servito in area e mette in mezzo per Ronaldo, Ibanez anticipa il portoghese in scivolata ma spedisce la palla in porta. È 2-0 per la squadra di Pirlo. È l’ennesimo big match amaro per la Roma, che negli ultimi dieci minuti prova ad accorciare le distanze con Dzeko, vicino in due occasioni al gol ma poco fortunato. Pericoloso anche Spinazzola, ma per la Roma non arriva neanche il gol bandiera. La Juventus vince 2-0 e vola al terzo posto in classifica.

 

IL TABELLINO 

Juventus-Roma 2-0
Marcatori 13′ Ronaldo, 69′ Ibanez (aut.)

JUVENTUS (4-4-2): Szczesny; Danilo, Bonucci (85′ de Ligt), Chiellini, Alex Sandro (85′ de Ligt); McKennie (65′ Cuadrado), Arthur, Rabiot, Chiesa; Morata (65′ Kulusevski), Ronaldo.
A Disp.: Pinsoglio, Buffon, Di Pardo, Dragusin, Frabotta, Bernardeschi, Peeters.
All.: Pirlo

ROMA (3-5-2): Pau Lopez; Mancini, Ibanez, Kumbulla; Karsdorp (76′ Bruno Peres), Cristante (62′ Perez), Villar (62′ Diawara), Veretout, Spinazzola; Mkhitaryan, Borja Mayoral (62′ Dzeko).
A disp.: Fuzato, Mirante, Santon, Calafiori, Pastore, Ciervo.
All.: Fonseca.

Arbitro: Orsato
Assistenti: Meli-Fiorito
IV Uomo: Calvarese
Var: Chiffi
AVar: Mondin

NOTE Ammoniti: 35′ Mancini, 37′ Arthur, 54′ Kumbulla, 62′ Ronaldo Espulsi:46′ Baronio (dalla panchina per proteste)

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy