Forzaroma.info
I migliori video scelti dal nostro canale

news as roma

Roma, sold out e sconti: la nuova politica ticketing è da scudetto

Getty Images

Pienoni anche contro Bodo, Salernitana e Bologna. I Friedkin hanno abbassato i prezzi e puntato sull'entusiasmo post pandemia

Francesco Balzani

Stadio Olimpico sold out. Negli ultimi anni si leggeva solo per i concerti di Ultimo o Vasco Rossi. Ora è una piacevole costante per le partite casalinghe della Roma proprio come avveniva nei periodi d’oro quando a portare la gente allo stadio ci pensavano Falcao o Totti. Oggi la situazione è un po’ diversa, ma curve e tribune sono tornate a riempirsi.  Merito di una tifoseria come poche, merito dell’entusiasmo che ha portato Mourinho ma merito soprattutto della nuova politica societaria riguardante il settore Ticketing. La nuova gestione ha adottato una serie di promozioni che hanno permesso a tutti di poter varcare di nuovo i tornelli dell’Olimpico. Una decisione presa in piena pandemia dopo le chiusure totali e parziali. Necessaria? Sì, ma non obbligata.

Promozioni per abbonati e non. E dalla prossima stagione altre novità

La Roma ha scelto di venire incontro ai tifosi che hanno risposto alla grande tanto che l’Olimpico giallorosso è oggi secondo solo all’Inter per numero di presenze stagionali. E il dato continua a salire come testimonia il sold-out col Bodo e quelli ormai vicini con Salernitana e Bologna. La prima mossa è stata quella di premiare gli abbonati che hanno potuto, durante la stagione, usufruire di scontistiche enormi anche per acquistare biglietti per parenti o amici. Per esempio contro il Bologna è possibile sedersi in Tribuna Monte Mario con soli 5 euro. Ma anche chi non era abbonato ha potuto usufruire di pacchetti vantaggiosi. Diversi da partita in partita.  Il risultato? Stadio sempre pieno e una media che in casa è da Champions: 9 vittorie e 4 pareggi in 16 partite. Un successo assoluto dei Friedkin che per il prossimo anno hanno in serbo un’altra sorpresa. Da agosto la Roma diventerà il primo club di Serie A a introdurre un sistema di intelligenza artificiale che aiuterà la società a fissare i prezzi più adatti per i singoli eventi, grazie alla collaborazione con Premoneo, azienda specializzata nello sviluppo di software di “AI”.