Roma si tinge di giallorosso aspettando il Liverpool. Totti: “Il mondo ci guarda”, Schick: “Possiamo fare 3 gol”

Meno due alla semifinale di ritorno di Champions. Monchi lancia l’iniziativa “Coloriamo la città”. Lo storico capitano e i due sindaci Raggi e Anderson lanciano un appello ai tifosi: “Rispettatevi”. Strootman in dubbio per mercoledì

di Melania Giovannetti, @MelaniaGvn

L’appuntamento con la storia si avvicina. Mercoledì sera la Roma scenderà sul campo dell’Olimpico per tentare una nuova impresa europea: ribaltare il 5-2 della semifinale di andata in favore del Liverpool e approdare in finale di Champions League. Una missione difficile, ma non impossibile. Di Francesco l’ha ripetuto più volte: “Io ci credo”, così come Monchi, che oggi ha lanciato la campagna “Coloriamo la città” appoggiato da Totti, Baldissoni e Gandini. L’invito è semplice ma efficace: colorare la città di giallo e rosso in attesa di una delle partite più importanti della storia romanista.

VERSO ROMA-LIVERPOOL – A meno di 48 ore dal fischio d’inizio dell’arbitro Skomina, la febbre in città sale sempre di più. In attesa della maggior parte dei tifosi Reds – già diramate le linee guida da seguire -, Roma si prepara al grande evento per evitare qualsiasi incidente dopo gli scontri di Liverpool che hanno ridotto Sean Cox in coma. “Il mondo ci guarda e noi vogliamo vestire Roma con il suo abito migliore: siamo i suoi ambasciatori, abbiamo una grande responsabilità, dentro e fuori lo Stadio Olimpico afferma Totti – Mercoledì, in ogni luogo di Roma, dovremo dimostrare una volta ancora di saper trasmettere i nostri valori: quelli dello sport, dell’accoglienza e del rispetto degli avversari“. Un messaggio che segue la nota congiunta dei sindaci di Roma e Liverpool, Virginia Raggi e Joe Anderson: “Inviamo i migliori auguri alle squadre, congratulandoci per i loro traguardi ed esortiamo i tifosi a godersi la partita e la città di Roma. I tifosi dovrebbero godersi l’agonismo in campo e mantenere il rispetto fuori dal campo”.

SCHICK CI CREDE, STROOTMAN IN DUBBIO – Mentre Pallotta si gode due giorni di relax in Toscana, questa mattina la Roma è tornata a Trigoria per il penultimo allenamento prima della sfida col Liverpool. Ancora lavoro individuale per Perotti e Strootman: il primo sarà sicuramente out per mercoledì, il secondo proverà a stringere i denti ma una sua presenza dal 1’ appare sempre più difficile. In attacco al fianco di Dzeko potrebbe esserci Patrik Schick, in rampa di lancio dopo il secondo gol consecutivo in campionato. “Spero che il periodo complicato sia alle spalleracconta il ceco al Match ProgramMi sento molto meglio, voglio andare avanti così e continuare a segnare”. Il numero 14 giallorosso si sofferma anche su Di Francesco (“È una brava persona, parliamo tanto, per me è molto importante avere un dialogo con lui. Devo ancora ringraziarlo per la fiducia”) e su Dzeko: “L’intesa con Edin sta migliorando, stiamo prendendo confidenza per giocare insieme”. Inevitabile un commento sulla sfida col Liverpool di mercoledì: “Possiamo fare 3 gol. Secondo me dobbiamo andare in campo senza paura, con grande cattiveria e grande coraggio. E se dovessi segnare il gol che ci qualifica alla finale, potrei anche tagliarmi i capelli cortissimi…”.

LE ALTRE NEWS – Nonostante il 5-2 dell’andata, in casa Liverpool arriva un fulmine a ciel sereno: Zeljko Buvac, secondo di Jurgen Klopp da più di 16 anni, ha lasciato i Reds: era considerato il vero “cervello” delle squadre del tecnico tedesco. Tornando a Roma, oggi il club giallorosso ha annunciato il suo nuovo Traffic Partner, Waze. E mentre la Lega di Serie A fissa gli orari della penultima giornata di campionato (Roma-Juve si giocherà domenica 13 maggio alle 20.45), dalla Spagna arrivano nuove voci sul Real Madrid intenzionato a mettere sul piatto un’offerta da 60 milioni per portare Alisson alla corte di Zidane. Ma oggi il calciomercato è più lontano che mai: ora è tempo di colorare la città di giallorosso e di sognare una nuova impresa.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy