Roma, la crisi continua: 2-2 con il Chievo in casa. E Olsen salva allo scadere – FOTO

Roma, la crisi continua: 2-2 con il Chievo in casa. E Olsen salva allo scadere – FOTO

Di Francesco rispolvera il 4-3-3 e i giallorossi si sembrano ritrovarsi: El Shaarawy e Cristante spianano la strada, ma Birsa e Stepinski nel finale fanno ripiombare la crisi. E mercoledì il Real al Bernabeu

di Marco Prestisimone, @M_Prestisimone

Nuova Roma, vecchia Roma. I giallorossi all’Olimpico non vanno oltre il 2-2 il Chievo, trovano il secondo pareggio consecutivo in casa e non ritrovano il sorriso a tre giorni dalla prima in Champions contro il Real Madrid al Bernabeu. Nel primo tempo illudono di El Shaarawy prima e Cristante poi. Nella ripresa i gol di Birsa e Stepinski, nel finale il miracolo di Olsen su Giaccherini salva anche il pareggio.
E mercoledì il Real al Bernabeu.

ITALIAN JOB – Di Francesco torna al caro vecchio 4-3-3 con Pellegrini e Cristante mezzali dopo l’esperimento fallito nella prima in casa contro l’Atalanta.
La Roma vuole partire forte e lo fa. Nzonzi recupera palloni interrompendo ogni ripartenza del Chievo e Florenzi e Kolarov accompagnano sempre l’azione. La prima grande occasione arriva al 6’, con Dzeko che con una gran giocata sulla sinsitra entra in area di rigore; il suo cross basso è respinto da Sorrentino e Cristante non arriva in tempo per ribadire in porta. È il preludio dell’1-0: Florenzi crossa dalla trequarti, El Shaarawy si inserisce e col piattone sinistro trova il gol del vantaggio. È il sesto gol al Chievo, che diventa la squadra più battuta dall’ex Milan e Monaco.
Di Francesco insiste, la Roma controlla e alla mezz’ora arriva anche il raddoppio. La catena di destra Florenzi-Under-Pellegrini funziona e il 2-0 nasce proprio da qui: l’ex Sassuolo lavora un pallone sulla linea laterale, Under scodella in area per Dzeko che stoppa col petto e appoggia a Cristante. L’ex Atalanta fa ciò che sa fare meglio, l’inserimento, e trova il gol che rilassa tutto l’Olimpico.
Alla fine del primo tempo i giallorossi abbassano la tensione e il Chievo va vicino due volte alla porta di Olsen: nella prima occasione Stepinski di testa anticipa il suo compagno Rigoni e di testa manda alto da pochi passi. Due giri di lancette dopo è Birsa a inserirsi e colpire di testa, ma il finale è lo stesso.

CROLLO – Nel secondo tempo la Roma parte bene e per poco Pellegrini non trova il 3-0 servito da Under. Poi al 52’ Birsa pesca il jolly all’improvviso (gran sinistro sotto l’incrocio, incolpevole Olsen) e spaventa i 40 mila dell’Olimpico. La squadra di Di Francesco però reagisce bene e continua a macinare gioco: Pellegrini è impreciso negli ultimi metri, Under invece trova la porta ma anche i guantoni di Sorrentino.
I giallorossi sono in controllo ma al 69’ si cambia: dentro Karsdorp per Florenzi (che arrivava dall’infortunio) e De Rossi per Pellegrini, con la Roma che passa al 4-2-3-1 con Cristante nel ruolo di trequartista. La squadra all’inizio non ne risente e continua a produrre gioco: Dzeko a 10’ dalla fine cerca il primo gol in casa ma ancora una volta Sorrentino si oppone.
All’83’, però, arriva il pareggio del Chievo: difesa svagata con Kolarov che per poco non fa autogol, Olsen salva la prima volta ma non la seconda su Stepinski, che fa 2-2.
I giallorossi si riversano in avanti nell’assedio finale: il Chievo difende in undici, Bani e Rossettini respingono tutto ciò che arriva dalle loro parti e Dzeko non trova la porta da pochi passi di testa.
A pochi secondi dal fischio finale arriva anche il miracolo di Olsen, che toglie da sotto la traversa il tiro di Giaccherini che per poco non consegna tre punti al Chievo.
È il secondo pareggio consecutivo all’Olimpico, che ufficializza la prima crisi della Roma.
E mercoledì c’è il Real Madrid al Bernabeu. Non il miglior momento per incontrarlo.

Cronaca live a cura di: Jacopo Aliprandi

TABELLINO

Roma-Chievo 2-2
Marcatori: 10′ El Shaarawy, 30′ Cristante, 52′ Birsa, 83′ Stepinski

Roma (4-3-3): Olsen; Florenzi (69′ Karsdorp), Manolas, Jesus, Kolarov; Lo. Pellegrini (69′ De Rossi), Nzonzi, Cristante; Under (81′ Kluivert), Dzeko, El Shaarawy
A disp.: Fuzato, Mirante, Fazio, Marcano, Luca Pellegrini, Santon, Zaniolo, Perotti, Schick
All.: Eusebio Di Francesco

Chievo Verona (4-3-2-1): Sorrentino; Tomovic, Rossettini, Bani, Barba; Rigoni (86′ Depaoli), Radovanovic, Obi (45′ Hetemaj); Birsa (81′ Mehdi), Giaccherini; Stepinski
A disp.: Seculin, Semper, Tanasijevic, Jaroszynski, Kiyine, Leris, Grubac, Pellissier, Pucciarelli, Meggiorini
All.: Lorenzo D’Anna

Arbitro: Mazzoleni
Assistenti: Manganelli – Prenna
Quarto Uomo: Pezzuto
Var: Maresca
AVar: Di Vuolo

NOTE Ammoniti 74′ Rossettini Spettatori: 39.849

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy