Roma, prima il black-out, poi la rimonta: l’Atalanta pareggia 3 a 3 – FOTO

Roma, prima il black-out, poi la rimonta: l’Atalanta pareggia 3 a 3 – FOTO

Tanti errori e poche idee, la squadra giallorossa solo con l’orgoglio ha trovato un punto che per la prestazione mostrata vale oro

di Jacopo Aliprandi, @JacopoAliprandi

Un pareggio che per come si erano messe le cose vale oro per la Roma. Un pirotecnico tre a tre con una Roma costretta a rimontare dopo il gol capolavoro di Pastore. Tanti errori, troppi. La squadra di Di Francesco per cinquanta minuti non è entrata in partita, concedendo campo alla bella Atalanta di Gasperini e mostrando poche idee a centrocampo e in attacco. L’ingresso nel secondo tempo di Nzonzi e Kluivert al posto di Cristante e Pellegrini ha ravvivato la squadra giallorossa.

SOLO UN TACCO – Il detto recita: “chi ben comincia è a metà dell’opera”. Non è il caso della Roma. Pronti, via: dopo un minuto giallorossi in vantaggio con un super gol di Javier Pastore. El tacco del Flaco. Cross dalla destra e colpo di tacco al volo dell’argentino, con il pallone che ha baciato il palo per poi infilarsi in porta. Vantaggio romanista, ma Atalanta nettamente più dinamica e in partita tanto da trovare prima il pari con Castagne al 24’, poi la rete del vantaggio due minuti dopo con Rigoni.

POCHE IDEE – Colossali dormite dei giallorossi, squadra con poche idee e che troppe volte si è affidata a retropassaggi e lanci lunghi. Centrocampo in netta difficoltà: De Rossi schiacciato in difesa per aiutare il reparto, Cristante e Pellegrini fuori dal gioco e bloccati dal pressing offensivo e dai raddoppi nerazzurri. Un altro detto recita: “Chi sbaglia, paga”. Ed ecco allora il terzo gol dell’Atalanta: ennesimo pallone perso a centrocampo, difesa in bambola (Manolas in balia di Zapata) e un’uscita a metà di Olsen che ha soltanto facilitato Rigoni nel firmare la sua doppietta personale. Sedici tiri in porta subiti dalla Roma solamente nel primo tempo. Un record. Squadra bersagliata, giocatori in affanno e senza idee.

NZONZI – Due sostituzioni nella ripresa: ad uscire i centrocampisti che alternandosi dovrebbero prendere il posto di Strootman, ceduto tra le polemiche generali al Marsiglia. Fuori Cristante e Pellegrini – sotto lo sguardo attento di Mancini in tribuna – dentro Nzonzi e Kluivert, con Pastore arretrato in mezzo al campo. Il francese tra i più dinamici nella seconda frazione di gioco, capace di dare più velocità alla squadra e una manovra più fluida a centrocampo. Con la spinta della Sud e una reazione d’orgoglio i giallorossi sono riusciti a trovare la rete del 2 a 3 con Florenzi: percussione centrale del terzino che di destro ha battuto Gollini.

MANOLAS – Ultimo quarto d’ora di gioco con la Roma all’assalto della porta bergamasca. Schick in campo al posto dell’infortunato Florenzi (ginocchio sinistro), difesa a tre con Fazio, Manolas e Kolarov. Fortunatamente per la Roma le dormite difensive sono arrivate anche da parte della difesa atalantina, consegnando così il pareggio alla Roma: Manolas lasciato solo in area ha potuto appoggiare il pallone in porta, facendo esplodere lo stadio Olimpico e Di Francesco, scatenato in panchina. I minuti finali sono stati un assolo giallorosso: due occasioni nitide per Dzeko e Schick, poi però un assedio che non ha portato alla caduta dei nerazzurri. Un punto che vale oro per il gioco espresso dalla Roma, una partita con troppe sbavature ed errori grossolani in ogni reparto. Serve più equilibrio e attenzione, a cominciare dalla delicata gara di venerdì sera contro il Milan.

Cronaca live a cura di: Luca Benincasa Stagni

TABELLINO

Roma-Atalanta 3-3
Marcatori: 2′ Pastore, 20′ Castagne, 22′, 38′ Rigoni, 60′ Florenzi, 83′ Manolas

Roma (4-3-3): Olsen; Florenzi (73′ Schick), Manolas, Fazio, Kolarov; Lorenzo Pellegrini (45′ Nzonzi), De Rossi, Cristante (45′ Kluivert); Under, Dzeko, Pastore.
A disp.: Fuzato, Mirante, Karsdorp, Marcano, Juan Jesus, Santon, Zaniolo, Coric, El Shaarawy.
All.: Di Francesco

Atalanta (3-4-1-2): Gollini; Djimsiti, Mancini (64′ Toloi), Palomino; Castagne, Valzania (53′ de Roon), Pessina (50′ Hateboer), Ali Adnan; Pasalic; Zapata, Rigoni.
A disp.: Berisha, Rossi, Reca, Masiello, Gosens, Freuler, Gomez, Barrow, Cornelius.
All.: Gasperini

Arbitro: Fabbri
Assistenti: Alassio – Lo Cicero
Quarto Uomo: Calvarese
Var: Di Bello
AVar: Passeri

NOTE Ammoniti: 58′ Nzonzi, 81′ Djimsiti Spettatori: 41.725

IL PREGARA

Ore 19.53 – Ecco il resto della formazione giallorossa che fa il suo ingresso in campo per il riscaldamento.

Ore 19.50 – Entra in campo Robin Olsen per il riscaldamento.

 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy