Patrik: poco Schick e molto snob. Analisi di una crisi imprevista

Ieri a Crotone l’ennesima delusione con Di Francesco che non l’ha preso in considerazione. Ma gli errori e i problemi che hanno condizionato la sua stagione, dalla scorsa estate a oggi, sono stati molteplici

di Valerio Salviani, @vale_salviani

HOUSTON ABBIAMO UN PROBLEMA

Qui Crotone. La Roma vince e conferma il momento positivo, nonostante le tante assenze. Il turnover non rallenta la squadra, che ritrova i gol di El Shaarawy e Nainggolan, a secco da tempo. Da questa giornata perfetta però, ancora una volta resta fuori Schick. Da possibile titolare a riserva, resta a guardare i compagni ancora una volta. Questa la spiegazione che dà Di Francesco dopo la partita: “Devo pensare ad allenare la Roma e non i giocatori. Ritenevo opportuno durante la gara fare cambi differenti. L’ho fatto scaldare perché Edin aveva avuto i crampi con lo Shakhtar, ma non era il momento opportuno per farlo entrare […], sta lavorando per rendersi un giocatore importante ma non posso ragionare individualmente per far contento qualcuno”. Non è la prima volta che il tecnico usa il bastone con il ceco. Il rischio che il giocatore si perda adesso è altissimo.

Roma-Sassuolo Pellegrini Florenzi De Rossi Schick

1 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. cpg35600 - 3 anni fa

    Mr. Di Francesco ha tutte le ragioni di questo mondo! Da arci-tifoso romanista, mi pongo una domanda: perchè è stato “scartato” dalla Juve, dopo la visita medica? Di conseguenza, sarebbe obbligo per tutte le squadre che sottopongono e scartano determinati atleti di COMUNICARE ufficialmente le ragioni per le quali è stata fatta questa scelta di non-ingaggio. Tale prassi dovrebbe essere comune onde evitare, nell’interesse del calciatore, che accadano fatti gravi sul campo,
    nocivi per la vita dell’atleta. Conviene sia alle Società, sia all’uomo.

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy