Palumbo (pres. Commissione Trasparenza) a FR: “Riunione di oggi necessaria per il progetto stadio”

Il consigliere comunale parla al nostro sito dopo la video conferenza di stamattina

di Paolo Franzino, @PaoloFranzino

Nella giornata di oggi si è riunita in video conferenza la Commissione di Controllo, Garanzia e Trasparenza. L’obiettivo della seduta, durata esattamente due ore e trenta minuti, era quello di valutare gli interventi di trasformazione dell’area di Tor di Valle, sulla quale dovrebbe poi sorgere il nuovo Stadio della Roma. A ForzaRoma.info ha parlato il presidente della commissione Marco Palumbo. Queste le sue dichiarazioni:

A cosa è servita la riunione di oggi?
C’erano diverse sollecitazioni da parte di comitati e associazioni interessate alla vicenda perché il progetto dello stadio insiste sulla loro area, quindi era necessario fare questa riunione. Anche gli esponenti dell’Osservatorio hanno fatto presente di aver chiesto più volte incontri in passato, visto che dal 2015 non erano più stati convocati. Si è lamentato questo tema della partecipazione, che in effetti non c’è stato.

Quali sono i prossimi passi da fare riguardo alla vicenda stadio?
Noi abbiamo svolto il nostro ruolo di Commissione Trasparenza. Non siamo entrati nel merito se siamo d’accordo o no, perché ovviamente la Commissione Trasparenza non è permanente e quindi non di indirizzo politico. Tant’è vero che abbiamo detto che sarebbe il caso venissero convocate ad hoc commissioni urbanistiche alla presenza dei comitati e dell’Osservatorio, per far presente alcune cose che hanno già fatto notare i comitati. Riguardo a questa vicenda, non sono tanto i nostri passi, ma quelli che hanno descritto nella riunione l’ingegner Roberto Botta e l’architetto Giulia Esposito.

Qual è la sua posizione sul progetto dello stadio?
Io sono l’unico membro della Commissione Trasparenza appartenente al PD, quindi posso dire quella del partito. Noi abbiamo una posizione cauta, che non è di chiusura allo stadio, però dobbiamo vedere prima gli atti, le carte e come proseguono tutte le cose che sono propedeutiche al lavoro della Regione, perché anche la Regione c’entra su questa cosa. Poi faremo le nostre valutazioni.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy