La Roma tira fuori il carattere e frena il Milan: 3-3 a San Siro – FOTO

Doppietta per Ibra, un gol di Dzeko, ma l’eroe di serata per i giallorossi è ancora Kumbulla, che segna il pari nel finale. Di Veretout e Saelemaekers le altre reti. Il quarto posto è a due punti

di Valerio Salviani, @vale_salviani

Un buon punto, in una notte per cuori forti. La Roma non molla mai, va sotto tre volte contro il Milan e per tre volte riaggancia i rossoneri, dimostrando fiducia e buona condizione. Il match di San Siro finisce 3-3. La apre subito Ibrahimovic, a cui risponde Dzeko di testa. Nella ripresa nuovo vantaggio dei padroni di casa con Saelemaekers e ancora pari, stavolta con Veretout su rigore. Ibrahimovic segna il nuovo vantaggio con un altro rigore e come a Berna il punto finale lo mette Kumbulla. La Roma va a 8 punti, mantiene l’imbattibilità sul campo, ma si allontana (poco) dal quarto posto, ora a due punti.

Dzeko risponde a Ibra: il primo tempo si chiude 1-1

Per la sfida al Milan capolista Fonseca si affida al modulo con tre difensori, con Mancini a fare da centrale. A destra Karsdorp la spunta su Santon, e proprio sulla corsia dell’olandese i rossoneri spingono a inizio partita con Leao, trovando subito il bandolo della matassa. Al secondo minuto il portoghese si accentra e con spazio riesce a trovare Ibrahimovic con un filtrante che lo svedese deve solo spingere in porta. Evidente l’errore di Kumbulla, che si lascia scappare Zlatan alle spalle. Rossoneri in vantaggio. La squadra di Fonseca trema un po’, poi riprende campo e fiducia. E al 14’ arriva il pareggio. Calcio d’angolo perfetto di Pellegrini che trova la testa di Dzeko, Tatarusanu (in campo al posto di Donnarumma positivo al Covid-19) esce a vuoto, Edin ringrazia e spinge in porta senza problemi segnando il terzo gol nelle ultime due partite.

Mirante AS Roma

Quando la Roma attacca sugli esterni con Karsdorp e Spinazzola, per il Milan sono sempre problemi. I rossoneri rispondono con un fraseggio lungo e ben costruito. La partita è divertente e veloce. Al 29’ gli uomini di Pioli vanno vicino al nuovo vantaggio con una tripla occasione. La prima ce l’ha Theo Hernandez, che con il sinistro non trova la porta da buona posizione. Sul calcio d’angolo successivo Mirante para un colpo di testa insidioso di Romagnoli. L’occasione migliore però ce l’ha Kjaer, che sfiora il gol dell’ex colpendo il palo con un altro colpo di testa. La Roma risponde con un tiro in porta di Ibanez e un altro di Pellegrini, entrambi neutralizzati da Tatarusanu. Finale di tempo complicato per la Roma. Al 43’ Calhanoglu su punizione costringe Mirante a una gran parata. All’intervallo è 1-1.

La Roma non molla mai: a San Siro finisce 3-3

Il secondo tempo comincia come il primo, con il Milan che trova subito la rete del nuovo vantaggio. L’uomo in più per i rossoneri è sempre Leao, che brucia Karsdorp con un doppio passo e mette in mezzo per Saelemaekers. Il belga arriva a rimorchio e in solitudine con un tiro di prima batte Mirante, incolpevole. Qualche colpa ce l’ha invece Veretout, che non segue l’avversario lasciandolo libero di colpire. La reazione passa dai piedi di Mkhitaryan, che si distende in velocità a sinistra e trova Dzeko con il solito assist perfetto. Edin si coordina e tira al volo, ma la conclusione è alta. Al 70’ Mkhitaryan lascia partire un sinistro secco, Tatarusanu non trattiene, Pedro e Bennacer si scontrano nel tentativo di colpire la palla. Per i giocatori del Milan è fallo dello spagnolo, per Giacomelli è rigore. Il Var conferma e sul dischetto si presenta Veretout. Il francese è il solito cecchino e rimette il risultato in parità. È 2-2.

Il pareggio della Roma dura pochissimo. Al 78’ Mancini calcia a vuoto in area, Calhanoglu gli va addosso e cade a terra. Per l’arbitro è ancora rigore, scelta che scatena le proteste dei giallorossi. Anche stavolta il Var non interviene e il penalty è confermato. Ibra dal dischetto è implacabile e segna la doppietta personale, portando il risultato sul 3-2. La partita però è tutt’altro che finita. La Roma non molla e per la terza volta riesce a rimetterla in piede. L’eroe di serata, come a Berna, è ancora Kumbulla, che su calcio d’angolo sfrutta una deviazione sfortunata di Ibrahimovic e in spaccata insacca. Nel finale il Milan ha l’occasione di vincere con Romagnoli, che di testa a un metro dalla porta appoggia fuori.

 

TABELLINO

Milan-Roma 3-3
Marcatori
: 3′, 79′ Ibrahimovic, 14′ Dzeko, 47′ Saelemaekers, 71′ Veretout, 85′ Kumbulla

Milan (4-2-3-1): Tatarusanu; Calabria, Kjaer, Romagnoli, Theo Hernandez; Kessié, Bennacer; Saelemaekers (72′ Castillejo), Calhanoglu, Leao (72′ Krunic); Ibrahimovic.
A disp.: A. Donnarumma, Conti, Kalulu, Duarte, Dalot, Tonali, Maldini, Brahim Diaz, Colombo.
All.: Stefano Pioli

Roma (3-4-2-1): Mirante; Ibanez, Mancini, Kumbulla; Karsdorp (66′ Peres), Pellegrini (76′ Cristante), Veretout (86′ Villar), Spinazzola; Pedro, Mkhitaryan; Dzeko.
A disp.: Pau Lopez, Farelli, Juan Jesus, Fazio, Santon, Mayoral, Providence.
All.: Paulo Fonseca

Arbitro: Giacomelli
Assistenti: Ranghetti – Mondin
IV Uomo: Fabbri
Var: Nasca
AVar: Vivenzi

NOTE Ammoniti: 70′ Leao, 75′ Ibrahimovic, 77′ Pedro, 81′ Cristante, 82′ Theo Hernandez

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy