Vergogna Roma: la Lazio domina e vince 3-0. Fonseca, un’altra umiliazione – FOTO

Immobile e una doppietta di Luis Alberto sanciscono la vittoria dei biancocelesti. Pau Lopez evita la goleada. Ennesimo flop con le big per la squadra di Fonseca

di Valerio Salviani, @vale_salviani

Si conclude 3-0 per la Lazio un derby a senso unico, come non se ne vedevano da tempo. La Roma, mai in partita, perde ogni duello in campo e subisce praticamente per tutta la partita la squadra di Inzaghi. I biancocelesti sono messi meglio in campo e hanno l’aggressività giusta. Su tutti Lazzari, protagonista sul primo e sul secondo gol, che si divora un irriconoscibile Ibanez e serve prima Immobile e poi Luis Alberto, che colpiscono. Nella ripresa lo spagnolo cala il tris, mettendo fine alle speranze romaniste. Ridimensionamento importante per la Roma (all’esordio del gm Pinto allo stadio), che vede la Lazio avvicinarsi a tre punti di distanza e rischia fortemente di chiudere il girone d’andata fuori dalla zona Champions. Altro flop di Fonseca con le big e score aggiornato nei derby a due pareggi e una sconfitta.

Roma fragile e poco efficace: al 45’ la Lazio è 2-0

Dopo un pomeriggio di fuoco fuori dai centri sportivi, con centinaia di tifosi a dare la carica alle squadre, Lazio e Roma scendono in campo senza sorprese di formazione. Ce la fa Smalling, in dubbio questa mattina per un problema alla caviglia. Villar vince il ballottaggio con Cristante. In avvio meglio la squadra di Inzaghi, che pressa alta quando i giallorossi provano a impostare dal basso e costruisce una buona occasione da gol, sprecata da Immobile al 7’. Al 14’ Dzeko tira da due passi nelle braccia di Reina. Il portiere fa ripartire i suoi in contropiede, la palla va a Immobile che sventaglia sul lato opposto da Lazzari. Ibanez è in anticipo, ma rallenta inspiegabilmente e non si accorge dell’arrivo dell’esterno che gli ruba palla, mette in mezzo di nuovo per Immobile che con il destro fredda Pau Lopez. Lazio in vantaggio. Errore di comunicazione fatale tra difensore e portiere, ma l’ex Atalanta è decisamente il colpevole principale.

Dopo lo schiaffo iniziale la Roma si rimette in moto e sembra prendere in mano la partita. L’azione da gol però non arriva, l’attacco romanista è lento e prevedibile, e alla seconda occasione utile la Lazio raddoppia. La rete biancoceleste nasce ancora da un contropiede e dal nuovo uno contro uno tra Lazzari e Ibanez. L’italiano ha ancora la meglio sul brasiliano, che per la seconda volta si fa sfilare la palla. L’esterno della Lazio stavolta serve Luis Alberto che di prima trova l’angolino alla destra di Pau Lopez. Dubbi per la posizione di Caicedo, in fuorigioco davanti al portiere, e per un tocco di mano dello stesso Lazzari. Orsato però convalida. La Roma è tramortita e il contraccolpo è evidente. La squadra di Fonseca ora è contratta e sembra rischiare il tris tutte le volte che i biancocelesti riescono a ripartire. In effetti prima del fischio di fine primo tempo è la Lazio che va ancora vicina al gol, ma stavolta Immobile non riesce a colpire. Al 45’ è 2-0.

Dominio Lazio: Luis Alberto cala il tris, Roma tramortita

Al 46’ Fonseca si affida a Pedro per provare a rimettere in piedi il match. Veretout, in evidente difficoltà per la seconda partita consecutiva, resta negli spogliatoi. La Roma prova a fare gioco, ma il fraseggio è meno efficace del solito. La Lazio è brava a chiudere le linee di passaggio e ripartire. Gli attacchi più pericolosi della squadra di Inzaghi arrivano sempre da destra, dove Ibanez continua a patire terribilmente le discese di Lazzari. Al 55’ Immobile entra in area e serve all’indietro Milinkovic, che calcia di prima e costringe alla parata in tuffo Pau Lopez. Il portiere spagnolo tiene in partita i suoi con altri due interventi provvidenziali su Caicedo e Immobile, ma non può nulla su Luis Alberto, che al 67’ segna la doppietta personale e fa il 3-0 che chiude il match.

L’ex Liverpool viene servito da Akpa Akpro al limite e con una conclusione perfetta trova di nuovo l’angolino superando un incolpevole Pau Lopez. Il gol sancisce di fatto la fine del match. L’ingresso di Mayoral non cambia le sorti della sfida. La Roma va vicina al gol della bandiera con Dzeko, ma Reina è bravo e gli chiude la porta. Nel finale ci prova anche Pedro di testa, senza successo. È la quarta sconfitta stagionale per la Roma, che rimane a 34 punti in classifica.

TABELLINO

Lazio-Roma 3-0
Marcatori:
15′ Immobile, 25′, 67′ Luis Alberto

Lazio (3-5-2): Reina; Luiz Felipe (69′ Patric), Acerbi, Radu (83′ Hoedt); Lazzari, Milinkovic, Leiva (66′ Escalante), Luis Alberto, Marusic, Caicedo (66′ Akpa Akpro,), Immobile (83′ Muriqi).
A disposizione: Alia, Furlanetto, Armini, Parolo, Czyz, Lulic, Pereira, Correa.
Allenatore: Inzaghi.

Roma (3-4-2-1): Pau Lopez; Mancini (71′ Mayoral), Smalling, Ibanez; Karsdorp, Villar (60′ Cristante), Veretout (45′ Pedro), Spinazzola (71′ Bruno Peres); Pellegrini, Mkhitaryan; Dzeko .
A disposizione: Farelli, Fuzato, Kumbulla, Jesus, Fazio, Diawara, Carles Perez, Podgoreanu.
Allenatore: Fonseca.

Arbitro: Orsato
Assistenti: Meli-Mondin
Quarto Uomo: Irrati
VAR: Mazzoleni
AVAR: Valeriani

NOTE Ammoniti: 12′ Milinkovic, 20′ Radu, 33′ Mancini, 45+3′ Acerbi, 61′ Smalling, 62′ Luiz Felipe, 63′ Leiva, 90 Mkhitaryan

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy