La Roma gode in extremis: 2-1 alla Fiorentina firmato Spinazzola e Diawara – FOTO

Il guineano segna nel finale e regala tre punti pesanti. Il terzino fa l’1-0 e l’autogol dell’1-1 momentaneo. Brutto infortunio per Veretout

di Valerio Salviani, @vale_salviani

L’uomo della svolta si chiama Amadou Diawara. La Roma vince a Firenze in extremis grazie alla zampata del centrocampista, che nel finale segna il gol più importante della carriera e regala ai suoi tre punti pesanti. Al Franchi la squadra di Fonseca vince 2-1. Protagonista a due facce Spinazzola, che segna prima il gol dell’1-0 e poi fa harakiri con l’autorete che poteva costare la vittoria. La Roma torna a vincere dopo la sconfitta con il Milan e resta attaccata al treno Champions. Apprensione per le condizioni di Veretout, uscito molto dolorante dopo un infortunio al muscolare.

Roma spenta, match bloccato: primo tempo a reti bianche

Kumbulla, Diawara e Peres dentro. Fazio, Villar e Karsdorp in panchina. Fonseca rispetta quanto detto ieri in conferenza e cambia tre uomini dopo la sconfitta con il Milan. In difesa torna l’ex Verona, che nel prepartita svela le intenzioni dei giallorossi: “Partiremo forte”. E così è, i giallorossi prendono subito in mano il match e mettono in difficoltà la difesa viola sfruttando i corridoi che si aprono tra centrocampo e attacco. Veretout e Diawara sembrano i più ispirati, il primo tiro arriva però da Mkhitaryan, che al 12’ conclude forte ma impreciso. Dopo un quarto d’ora complicato, la Fiorentina alza il baricentro ed entra in partita. La squadra di Prandelli però prende poco l’iniziativa e inizialmente non riesce a impensierire la difesa romanista.

 

Al 27’ la Fiorentina spaventa la Roma con Vlahovic, che innescato da Ribery riesce a tirare in porta trovando la risposta di Pau Lopez. La viola non aspetta rintanata dietro e prova ad attaccare, ma i giallorossi non riescono comunque a trovare mai il varco per penetrare la difesa di Prandelli. Tanti errori di precisione nei passaggi, poca convinzione nella manovra. La squadra di Fonseca fatica a costruire gioco e subisce le offensive degli avversari, sempre ispirati da Ribery. Al 44’ Pulgar prova a sbloccare il match su punizione, ma il suo destro è alto sopra la traversa. L’azione più pericolosa la Roma se la costruisce solo al 45’, con un tiro dai 25 metri di Pellegrini che costringe Dragowski alla parata in tuffo. È il primo tiro in porta per la Roma, che chiude il primo tempo sullo 0-0.

Diawara in extremis: è festa Roma

La ripresa comincia in discesa per la Roma, che trova il vantaggio dopo appena tre minuti sull’asse Mancini-Spinazzola. Il difensore riveste i panni dell’assistman (era già stato decisivo contro l’Udinese) e serve in profondità il terzino, che gira di prima e segna il gol dell’1-0. Male Dragowski, che si fa battere sul primo palo. Come se non bastasse, la Fiorentina perde anche Castrovilli per infortunio. La rete dà coraggio alla Roma, che ora gioca bene e sembra più sicura. Al 60’ però il match gira di nuovo. La Fiorentina recupera palla in difesa e riparte in superiorità numerica, Veretout si fa male e non riesce a contrastare, la palla finisce a Biraghi che mette in mezzo con un cross basso e trova la deviazione sfortunata di Spinazzola, che fa autogol. La Fiorentina pareggia, la Roma perde Veretout (si teme un lungo stop), che lascia spazio a Pedro.

Fonseca manda in campo anche El Shaarawy, nella speranza di trovare il gol vittoria. Mayoral ha un’occasione clamorosa, ma davanti a Dragowski spreca centrando il portiere. I giallorossi spingono per cercare la rete, ma la Fiorentina riesce a difendersi bene e con Vlahovic rischia anche la rete della beffa, negata da Pau Lopez. La Roma continua ad attaccare con fiducia e all’88’ segna il gol che può dare la svolta alla stagione. Pellegrini trova Karsdorp a destra, l’olandese mette in mezzo e Diawara più lesto di tutti batte Dragowski. Il guardalinee annulla per fuorigioco, facendo disperare i giallorossi. Il gol però è buono e il check del Var lo certifica. Nel finale la Roma tiene duro e porta a casa una vittoria importante.

Il tabellino di Fiorentina-Roma 1-1

Fiorentina (3-5-2): Dragowski; Martinez Quarta, Pezzella, Milenkovic; Venuti, Amrabat, Pulgar (79′ Borja Valero), Castrovilli (52′ Kokorin), Igor (42′ Biraghi); Ribery (79′ Caceres), Vlahovic.
A disposizione: Terracciano, Rosati, Maxi Olivera, Malquit, Barreca, Callejon, Montiel, Eysseric.
Allenatore: Prandelli.

Roma (3-4-2-1): Pau Lopez; Mancini, Cristante, Kumbulla (81′ Smalling); Bruno Peres (81′ Karsdorp), Diawara, Veretout (60′ Pedro), Spinazzola; Pellegrini, Mkhitaryan (68′ El Shaarawy); Mayoral.
A disposizione: Mirante, Fuzato, Fazio, Villar, Pastore, Carles Perez.
Allenatore: Fonseca.

Arbitro: Calvarese
Assistenti: Bresmes – Galetto
IV Uomo: Abisso
Var: Aureliano
AVar: Tolfo

NOTE Ammoniti: 40′ Mancini, 70′ Ribery, 74′ Kumbulla

Marcatori: 48′ Spinazzola, 61′ Spinazzola (aut.), 88′ Diawara

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy