Bologna-Roma, Karsdorp fuori dai convocati: l’olandese ha litigato con Di Francesco

L’olandese resterà a casa: prima del Real il terzino olandese si è scontrato con il proprio allenatore comportandosi in maniera sgarbata

di Redazione, @forzaroma

Ho bisogno solo di fiducia per tornare ad essere un giocatore importante, posso dare molto alla Roma”. Così poche ore fa Rick Karsdorp quasi invocava una chance per mettersi in mostra con la maglia giallorossa, ma il terzino olandese dovrà ancora aspettare. Eusebio Di Francesco, infatti, ha escluso l’ex Feyenoord dalla lista dei convocati per la trasferta di Bologna in programma domani alle 15. Alla base di questa scelta, però, non ci sono problemi fisici ma uno scontro tra i due: “Prima della partita contro il Real c’è stato un bel confronto tra l’allenatore e Karsdorp e il giocatore non è stato educato nei confronti del tecnico. È stato sgarbato e l’allenatore per dare un segnale al gruppo lo lascerà a Roma”. Il direttore di Radio Radio Ilario Di Giovambattista ha rivelato il motivo reale per cui Karsdorp rimarrà a casa invece di andare con i compagni al Dall’Ara (la società fa sapere che non ci sono invece ragioni disciplinari) in un momento molto importante della stagione. Il terzino classe ’95 starà a guardare i compagni dopo la tribuna del Bernabeu: “A volte una tribuna aiuta a migliorare giocatori che pensano di essere già maturi e bravi”, aveva detto il mister nella conferenza stampa della vigilia di Champions. Un segnale che, quindi, era indirizzato allo stesso Karsdorp piuttosto che al connazionale Kluivert, che domani sarà titolare come annunciato dallo stesso tecnico. Stessa sorte per Ante Coric, che è rimasto fuori dai convocati per scelta tecnica.

3 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. bibu - 2 anni fa

    Assurdo vendere un portiere del livello di Allison. La squadra si costruisce proprio dal portiere . Vale cioè valeva, un buon 40% dei successi della Roma.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. roma846_307 - 2 anni fa

    Difra, a Roma hai fatto il tuo tempo ed insieme a Pallotta e Monchi anche un bel po di danni,come calciatore non eri un fenomeno, ma nemmeno un brocco, come allenatore…bè…cambia mestiere.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. gigisan1 - 2 anni fa

      secondo me è un pò prematuro il tutto.

      Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy