Forzaroma.info
I migliori video scelti dal nostro canale

calciomercato as roma

Zaniolo, la Roma gioca d’anticipo: ecco come evitare un caso Vlahovic

Getty Images

La situazione della Fiorentina con il serbo, che può trasferirsi subito alla Juventus, nonostante il contratto fino al 2023, fa pensare anche i giallorossi

Francesco Iucca

Nessun Vlahovic a Trigoria, è questo l'obiettivo della Roma. Il che non vuol dire che i Friedkin non hanno intenzione di portare in giallorosso qualche campione, ma semplicemente vogliono scongiurare situazioni particolarmente scomode. Come appunto quella che a Firenze tiene banco ormai da un po' e che rischia di finire davvero con il passaggio immediato alla Juventus. E allora meglio prevenire che curare, con Dan e Ryan che guardano in casa loro. In questo momento è Zaniolo il Vlahovic della Roma, se non altro per l'età (hanno un solo anno di differenza), talento e potenzialità da top player. Poi sul rinnovo, per fortuna, la musica è ben diversa. Però la vicenda del serbo insegna, fa riflettere e porta a un'urgenza maggiore sul tema contratto. Che per Nicolò scade nel 2024, tra due anni e mezzo. Ma i tempi sono cambiati, si sono accorciati e quello che sembra un periodo lungo e rassicurante può contrarsi improvvisamente e diventare breve e pericoloso. Per questo la Roma vuole blindare Zaniolo anche oltre l'attuale termine.

 Getty Images

Vlahovic docet e la Roma non aspetta: le mosse per il rinnovo di Zaniolo

Con la chiusura del calciomercato ripartiranno i colloqui tra Pinto e i calciatori (ci sono anche Spinazzola, Cristante, Mancini e Veretout in scadenza 2024), con il numero 22 che godrà di particolare attenzione. In un periodo in cui sta ritrovando fiducia, sprint, esplosività e finalmente pure qualche bonus. Con Lecce ed Empoli è stato decisivo, ma la sensazione è che stia finalmente cominciando a formarsi una figura completa, anche fuori dal campo. E il suo talento non può che beneficiarne, così come però anche le attenzioni mediatiche e di calciomercato. Chi lo ha seguito e osservato in queste due stagioni, in Italia e all'estero, non ha ovviamente mai smesso di farlo. La Juventus - guarda caso protagonista anche del caso Vlahovic - resta un estimatore, così come in Premier Conte e Paratici continuano ad aggiornarsi su di lui. La Roma è tranquilla, può contare sull'affetto e la gratitudine del ragazzo nei confronti della società e della piazza, che lo hanno sempre protetto. E su un contratto ancora abbastanza lungo, almeno sulla carta.

Perché anche quello di Dusan Vlahovic sembrava lungo, ma già almeno un anno fa - quando appunto ne mancavano due e mezzo alla scadenza - si è cominciato a parlare con insistenza di un rinnovo complicato e un addio quasi scontato. E ora il serbo, che ha sempre rifiutato ogni firma sul prolungamento arrivando anche allo scontro con società e tifosi, sta per fare le valigie. La Fiorentina incasserà una bella somma, non c'è che dire, ma già da mesi - nonostante un contratto in essere fino al 2023 - si trova in posizione di 'inferiorità'. Il manico del coltello ha dato sempre l'impressione di tenerlo Vlahovic con il suo entourage. Con Zaniolo la situazione è ovviamente diversa, c'è un legame per certi versi più forte e la Roma ha un'ambizione e prospettive diverse rispetto ai viola. Non c'è particolare urgenza, ma l'intenzione è quella di non aspettare troppo. Per i Friedkin è bene muoversi in maniera tempestiva, il mercato è imprevedibile e il coltello è meglio tenerlo sempre ben saldo nella propria mano. Nella speranza che non ci sia neanche bisogno di usarlo.