Dzeko-Inter, c’è lo stop. Ora lo scambio è quasi impossibile

Troppo importanti le divergenze riguardanti le cifre dell’affare, con Sanchez che rimarrebbe così a Milano

di Marco Prestisimone, @M_Prestisimone

Un matrimonio che per molti non si doveva fare e che a meno di colpi di scena non si farà. È quasi saltato l’affare che porterebbe all’Inter Edin Dzeko, con Alexis Sanchez che – dall’altra parte – non prenderebbe la via della Capitale per sposare il progetto della Roma di Paulo Fonseca. Troppo importanti le divergenze riguardo le cifre dell’affare e, nello specifico, su quei 3-4 milioni di differenza sull’ingaggio che non permetterebbe all’Inter di accogliere in rosa il bosniaco. Alla base di tutto lo sgravio sullo stipendio di Sanchez di cui l’Inter ha beneficiato la scorsa estate grazie al Decreto Crescita, sconto che tornerebbe invece a pesare sul bilancio nerazzurro qualora venisse integrato in rosa Edin Dzeko. Una mossa al momento troppo audace per Marotta e per la presidenza Suning. A poche ore dalla fine del mercato una soluzione è praticamente impossibile.

AGENDA PINTO – Nonostante la brusca frenata sul fronte Dzeko-Inter, l’agenda del gm Pinto rimane fitta di impegni e di appuntamenti. Sul piatto le trattative riguardanti una possibile uscita in prestito di Carles Perez e la cessione di Fazio con il Parma in pressione sull’argentino. A stuzzicare di più la fantasia dei tifosi è però soprattutto la questione Allegri. Il tecnico livornese e Tiago Pinto erano infatti nello stesso albergo, un indizio ulteriore a conferma della preferenza giallorossa sull’ex allenatore della Juve.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy