VIDEO – Zappacosta: “I tanti stop colpa della sfortuna. Abbiamo reagito bene, pronti per il derby”

Come procede il recupero?
“Fortunatamente per adesso procede tutto bene. Sono contento per i risultati ottenuti, bisogna continuare a lavorare per recuperare cose fondamentali per il rientro. Spero di recuperare il prima possibile”.

Qual è il suo obiettivo?
“Il mio obiettivo è rientrare il prima possibile, non c’è una data prefissata. Se riuscissi a tornare domani, lo farei. Sto lavorando per tornare il prima possibile”.

Qual è l’atmosfera dopo la sconfitta di ieri?
“Naturalmente c’è tanta delusione, ma perdere con la Juve ci può stare. Adesso abbiamo subito voltato pagina come facciamo sempre, sia dopo una sconfitta che una vittoria cerchiamo sempre di voltare pagina e pensare alla partita successiva, specialmente ora che dobbiamo affrontare un derby”.

Come state reagendo ai tanti infortuni?
“Penso che la squadra abbia reagito molto bene a tutti gli infortuni, li sta affrontando nel migliore dei modi. Sono cose che capitano e stanno capitando spesso, però chiunque si ritrova in mezzo al campo dà sempre il suo contributo. Dobbiamo continuare così e stringere i denti”.

Vi preoccupano tutti questi infortuni o è solo sfortuna?
“Io penso sia legato alla sfortuna perché ci sono tanti infortuni, non solo a Roma ma in tante squadre di Italia e di Europa. È un periodo un po’ così, in cui ci sono tanti infortuni e non ci si può fare nulla”.

Come state preparando il derby?
“Lo stiamo preparando come tante altre partite, sappiamo che la gente di Roma ci tiene tanto e quando c’è questa carica intorno all’ambiente si riflette anche su di noi. Sappiamo che è una partita importante per tutti i tifosi ma è molto importante anche per noi perché sono in palio tre punti pesantissimi. Poi è un derby quindi vogliamo vincere”.

“La gente riesce a trasmetterti l’amore per la Roma. Viviamo la settimana in modo particolare, ci sentiamo come i tifosi. Cercheremo di vincere. In Inghilterra bella esperienza, è una realtà diversa e ho imparato una nuova cultura. Sono cresciuto tanto. Ho sempre voluto fare il calciatore. Ho cominciato per puro divertimento e lo faccio tutt’ora, mi diverto cercando di migliorare dando il massimo”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy