VIDEO – Totti a Celebrity Hunted: ecco il nuovo trailer del reality di Amazon

Andrà in onda dal 13 marzo e vedrà protagonisti, oltre all’ex capitano della Roma, anche Fedez, Claudio Santamaria e Diana Del Bufalo

“Otto personaggi famosi sono fuggiti dal Colosseo, abbiamo 14 giorni per prenderli. Mettiamoci al lavoro, subito”. Questa minaccia è lo slogan di “Celebrity Hunted”, il reality di Amazon in arrivo su Prime Video dal prossimo 13 marzo. I protagonisti sono Francesco Totti, Fedez, lo YouTuber Luis Sal, Claudio Santamaria insieme alla moglie Francesca Barra, Costantino della Gherardesca e gli attori Diana Del Bufalo e Cristiano Caccamo.

Il programma avrà sei episodi e i concorrenti avranno un obiettivo: scappare e non farsi prendere da esperti uomini dei servizi segreti il cui compito sarà quelli di scovarli in giro per Roma. Per scappare Totti e gli altri avranno a disposizione solo un kit di sopravvivenza e pochi euro. In palio centomila euro da devolvere in beneficenza.

Francesco ha parlato del reality a “TV Sorrisi e Canzoni” nei giorni scorsi: “La cosa più difficile è stata separarsi da Ilary e dai nostri figli. Non potevo neanche chiamarli al telefono. Anzi, non ce l’avevo proprio, il mio telefono. Me ne hanno dato uno apposta per il programma. La cosa più divertente? Incontrare tante persone diverse e convincerle a giocare con me. Perché se qualcuno accettava di aiutarmi, allora anche lui doveva nascondersi: dai conoscenti, dagli amici, dalle mogli. La cosa più difficile era spiegare la situazione. Per esempio Alberto Aquilani pensava che volessi fargli uno scherzo. Non c’era modo di convincerlo. Poi però mi ha aiutato con entusiasmo, come tutti. Mi sono fatto una mappa degli amici che ho in tutta Italia nel caso la fuga mi avesse portato dalle loro parti. Dovevano essere fidati al cento per cento. Poi però, per forza di cose, ti ritrovi sempre in posti che non ti aspetti: a un certo punto mi sono nascosto pure tra i frati di un convento…”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy