Salah, è dura l’Europa: un solo gol in 543′. In campionato la media è di una rete ogni 171′

Il percorso stagionale della Roma in Champions si chiude con una vittoria, tre pareggi e quattro sconfitte: 11 i gol segnati e 20 quelli subiti

di Alessio Nardo

Un oceano di rimpianti, ma anche l’ulteriore conferma di aver ritrovato una Roma spavalda, organizzata e in grado di giocarsela alla pari persino contro una delle squadre più forti del mondo. Lo 0-2 di Madrid esclude la formazione di Spalletti dalla Champions League. Il percorso stagionale dei giallorossi in Europa si chiude con un bilancio per nulla eccezionale: una sola vittoria, tre pareggi e quattro sconfitte. Per un totale di 11 gol segnati e ben 20 subiti.

La Roma si ferma agli ottavi di Champions per la terza volta nella sua storia. Era già accaduto nel 2008-2009 (contro l’Arsenal ai rigori) e nel 2010-2011, contro lo Shakhtar Donetsk. Si torna a perdere al Santiago Bernabeu dopo 4179 giorni. L’ultima (e fino a ieri unica) volta il 28 settembre 2004: finì 4-2. La Roma è costretta a rinviare ulteriormente l’appuntamento con la vittoria esterna in Champions che manca ormai da sei anni (3 novembre 2010, 3-2 a Basilea). Il bottino delle ultime nove trasferte nella principale competizione del continente recita quattro pareggi e cinque sconfitte, con 10 gol fatti e 23 subiti. La Roma, a livello internazionale, non chiude una gara fuori casa con porta imbattuta dal 16 dicembre 2009 (3-0 al CSKA Sofia in Europa League) e in Champions dal 6 marzo 2007 (2-0 al Lione). Sono soltanto tre i successi raccolti dalla formazione giallorossa negli ultimi 18 match europei. Ossia, quelli disputati dal mese di settembre 2014 ad oggi.

Pjanic e compagni non segnano oltre i confini nazionali da 270′: l’ultimo acuto risale al 24 novembre scorso, quando Edin Dzeko firmò l’inutile 1-6 al Camp Nou contro il Barcellona al 91′. Proprio il bosniaco è stato il protagonista in negativo del match di ieri. I suoi gol stagionali restano 8 (di cui 2 su calcio di rigore) in 2232′ totali disputati: la media è di una rete ogni 279′. Notevole la differenza di efficacia realizzativa di Mohamed Salah tra campionato e Champions: in Serie A, quest’anno, l’egiziano ha siglato 11 gol in 1884 minuti (uno ogni 171′), mentre in Europa è andato a bersaglio una sola volta (il 4 novembre contro il Bayer Leverkusen) nell’arco di 543′ disputati. James Rodriguez è il primo colombiano a segnare alla Roma in Champions, mentre Cristiano Ronaldo diventa (al pari di Figo e Raul) il calciatore ad aver rifilato più reti ai giallorossi nel massimo torneo continentale: ben 5. Tre ai tempi dello United, due in maglia Real.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy