Roma, prima volta senza gol da marzo. Terza sconfitta consecutiva a San Siro

L’ultimo tecnico giallorosso ad incappare in una serie nera al Meazza fu Fabio Capello, battuto quattro volte di fila tra il 2000 e il 2002

di Alessio Nardo

Nella notte di Halloween, la Roma di Garcia non gusta il dolcetto ma subisce lo scherzetto dall’Inter di Mancini. Finisce 1-0, i giallorossi dominano ma Handanovic le prende tutte. E alla fine a decidere è il gol di Gary Medel al 31′, con evidenti colpe sia della difesa romanista che di Wojciech Szczesny. Si tratta della terza sconfitta stagionale: le due precedenti a Marassi contro la Sampdoria in campionato (23 settembre) e a Borisov in Champions League (29 settembre).

La Roma cade per la terza volta consecutiva a San Siro, dopo il doppio 1-2 della passata stagione contro Inter (25 aprile) e Milan (9 maggio). L’ultimo tecnico romanista ad incappare in una serie nera alla Scala del Calcio fu Fabio Capello, sconfitto quattro volte di fila tra il 2000 e il 2002 (tre con l’Inter ed una col Milan). Il ko esterno per 1-0 contro i nerazzurri in Serie A mancava addirittura dalla stagione 1983-1984. Nella fattispecie dal 27 novembre ’83: decise, all’epoca, una rete di Evaristo Beccalossi al 7′. In generale, la Roma non perdeva in trasferta con questo risultato dal 18 maggio 2014, contro il Genoa (gol partita del greco Fetfatzidis). Le ultime cinque sconfitte in gare ufficiali sono arrivate tutte di misura. L’ultimo tonfo con più di un gol di scarto è datato 19 marzo, con la Fiorentina in Europa League: risultato di 0-3. 

Per la prima volta da inizio anno, la Roma non segna nei 90′. S’interrompe una striscia di 24 gare consecutive con almeno una rete all’attivo, 14 considerando esclusivamente i match esterni. L’ultima trasferta senza gol risaliva all’8 marzo scorso, con il Chievo (0-0). Roberto Mancini ottiene il suo 11° successo da allenatore contro i giallorossi: il bilancio ora è in perfetta parità (11 le vittorie romaniste, 7 i pareggi), considerando i 29 incroci totali dal 2001 ad oggi. L’Inter si conferma miglior difesa del campionato (solo 7 gol subiti, ben sette gare su undici chiuse con porta inviolata), ma per la decima volta non riesce a segnare più di una rete (è accaduto solo contro il Carpi alla seconda giornata: vittoria per 2-1). Primo gol italiano per Gary Medel, che non timbrava il cartellino con la maglia di una squadra di club dall’annata 2012-2013, allorché militava nel Siviglia.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy