Roma, bilancio in attivo al Bernabeu: due vittorie, un pari e una sola sconfitta

Il Real Madrid in casa ha realizzato 69 gol in 18 gare stagionali: la media è di una rete segnata ogni 23′

di Alessio Nardo

Provarci, dare tutto dal 1′ al 90′. E tornare a Roma con la consapevolezza di aver fatto un’ottima figura. Questi gli obiettivi della squadra di Luciano Spalletti alla vigilia del delicatissimo match di Champions League contro il Real Madrid. Il teatro? Il magico Santiago Bernabeu, stadio meraviglioso e pieno di storia, il tempio solenne del club più blasonato al mondo. Si parte dal 2-0 ottenuto dai blancos all’andata: lo scorso 17 febbraio furono Cristiano Ronaldo e Jesè ad ammutolire l’Olimpico.

Fin qui Real e Roma si sono sfidate ben nove volte nel massimo torneo continentale. Il bilancio dice cinque vittorie spagnole, tre romaniste ed un solo pareggio. Sorprendentemente al Bernabeu sono in vantaggio i giallorossi con ben due successi, un pari ed una sola sconfitta. Il primo incrocio in assoluto in terra madrilena risale al 24 ottobre 2001: finì 1-1 con il vantaggio di Francesco Totti e il pari su rigore di Luis Figo. Un anno dopo, il 30 ottobre 2002, di nuovo Totti confezionò la giocata vincente che consentì ad una squadra italiana (la Roma, per l’appunto) di tornare a vincere in casa del Real 35 anni dopo la grande Inter di Herrera. Il 28 settembre 2004 è invece la data dell’unico ko: 4-2 con illusorio doppio vantaggio romanista firmato De Rossi-Cassano rimontato dai gol di Raul (doppietta), Figo e Roberto Carlos. L’ultimo precedente in ordine cronologico è datato 5 marzo 2008. Nel match di ritorno degli ottavi di finale, la Roma di Spalletti replicò il 2-1 dell’Olimpico, segnando con Taddei e Vucinic. Di Raul, sempre lui, il provvisorio gol del pareggio.

Nel computo complessivo, i giallorossi in otto trasferte spagnole in Champions hanno raccolto tre vittorie, due pareggi e tre sconfitte. L’ultimo tonfo risale al 24 novembre scorso: 6-1 al Camp Nou contro il Barcellona. Il successo esterno nel massimo torneo continentale manca alla Roma da cinque anni e mezzo. Non si vince infatti dal 3 novembre 2010 (3-2 a Basilea). Da venti gare esterne consecutive, inoltre, la porta romanista viene inviolata in Champions: l’ultimo “zero” al passivo risale alla storica trasferta di Lione del 6 marzo 2007 (2-0 il risultato finale con reti di Totti e Mancini). Non sarà semplice non subire gol, dato che domani la Roma sfiderà la squadra che ha segnato di più nei cinque campionati top europei: ben 81 reti, +3 rispetto al Barcellona (2° in questa speciale graduatoria con 78 marcature) e +13 sul Paris Saint Germain (3° con 68). In casa, il Real ha segnato addirittura 69 gol in 18 gare stagionali: la media è di uno ogni 23′ effettivi di gioco. Quest’anno soltanto cinque squadre sono riuscite a subire meno di tre reti al Bernabeu: Malaga, Granada, Barcellona, Atletico Madrid e Paris Saint Germain.

Statistiche Real Madrid in casa (in Champions League)

ULTIMA VITTORIA: 08/12/2015, Real Madrid-Malmo 8-0
ULTIMO PAREGGIO: 13/05/2015, Real Madrid-Juventus 1-1
ULTIMA SCONFITTA: 10/03/2015, Real Madrid-Schalke 04 3-4

Statistiche Roma in trasferta (in Champions League)

ULTIMA VITTORIA: 03/11/2010, Basilea-Roma 2-3
ULTIMO PAREGGIO: 20/10/2015, Bayer Leverkusen-Roma 4-4
ULTIMA SCONFITTA: 24/11/2015, Barcellona-Roma 6-1

Precedenti in Champions League
24/10/2001: Real Madrid-Roma 1-1 (Totti)
30/10/2002: Real Madrid-Roma 0-1 (Totti)
28/09/2004: Real Madrid-Roma 4-2 (De Rossi, Cassano)
05/03/2008: Real Madrid-Roma 1-2 (Taddei, Vucinic)

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy