Roma-Barça, l’ultima volta nel 2002. Di nuovo il Bayer dopo 11 anni, prima assoluta con il BATE

Indimenticabile il 3-0 inflitto ai blaugrana il 26 febbraio 2002. Da dimenticare, invece, il precedente con i tedeschi del 2004-2005

di Alessio Nardo

Urna di Montecarlo agrodolce per la Roma di Garcia. I giallorossi sono stati inseriti nel gruppo E con i pluricelebrati campioni di tutto del Barcellona, i tedeschi del Bayer Leverkusen (che hanno appena eliminato la Lazio nel preliminare agostano) e i bielorussi del BATE Borisov.

C’è un solo precedente con i blaugrana nel massimo torneo continentale. Ed è tutt’altro che negativo. Nella stagione 2001-2002, i ragazzi di Fabio Capello incrociarono i propri destini con quelli del Barça nella seconda fase a gironi. All’andata, il 20 febbraio 2002, finì 1-1 al Camp Nou (reti di Christian Panucci e Patrick Kluivert). Nel match di ritorno, disputatosi sei giorni dopo allo stadio Olimpico, la sinfonia romanista annientò i malcapitati catalani di Carles Rexach. Fu un 3-0 senza obiezioni: segnarono Emerson, Montella e Tommasi. Nella sua storia in Champions, la Roma ha sfidato altre due spagnole: il Real Madrid (otto volte tra il 2001 e il 2008) e il Valencia (quattro volte, nel 2002-2003 e nel 2006-2007).

Dopo undici anni, la Roma ritrova sulla sua strada il Bayer Leverkusen. Nella prima fase a gironi della Champions 2004-2005 andò male ai capitolini, che persero alla BayArena il 19 ottobre 2004 (inutile gol di Totti, rimontato dalle reti di Roque Junior, Krzynowek e França) e pareggiarono all’Olimpico per 1-1 (a segno Berbatov e Montella), ottenendo così l’unico punto di quel travagliato e desolante percorso europeo. Altre due le tedesche affrontate nel massimo torneo europeo: il Bayern Monaco (nel 2010-2011 e nel 2014-2015) e la Dinamo Berlino, nell’ormai lontano 1984. La sfida contro il BATE Borisov è invece una novità assolutà: mai, la Roma, ha sfidato una formazione bielorussa in Champions League.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy