Primo gol subìto all’Olimpico. L’inviolabilità casalinga si ferma a 551′

di finconsadmin

(di Alessio Nardo) Domenica deludente per la Roma, che si fa raggiungere al 95′ dal Sassuolo di Di Francesco e manca l’appuntamento con la possibile fuga in testa alla classifica. Secondo pareggio stagionale per i ragazzi di Garcia, primo in casa. L’ultimo segno X all’Olimpico risaliva al 21 aprile 2013, e anche allora il risultato fu di 1-1 (avversario il Pescara di Bucchi).

 

Interrotta la serie di sei successi interni consecutivi in campionato, inaugurata il 19 maggio (2-1 al Napoli) e chiusa il 31 ottobre (1-0 al Chievo). Quello di Berardi è il primo gol dell’anno incassato dalla Roma tra le mura amiche. Si ferma dunque a 551′ l’inviolabilità interna della porta romanista (di Cavani l’ultimo gol subìto, sei mesi fa). Eusebio Di Francesco ottiene il primo punto da avversario dei giallorossi, dopo la sconfitta per 2-1 rimediata il 20 novembre 2011 (quando sedeva sulla panchina del Lecce). Il Sassuolo racimola il quarto risultato positivo nelle ultime cinque trasferte. Gli altri tre contro Napoli (1-1 il 25 settembre), Catania (0-0 il 27 ottobre) e Sampdoria (4-3 il 3 novembre). Unico scivolone della miniserie il 6 ottobre al Tardini di Parma (1-3).

 

Per la seconda volta in stagione, la Roma usufruisce di un autogol avversario. Era successo anche il 1° settembre, nel match interno con il Verona vinto per 3-0. La sfortunata deviazione di Cacciatore nella propria porta (su traversone di Maicon) inaugurò il tris di reti romaniste. Domenico Berardi realizza il sesto gol del suo campionato, secondo su azione. Il Sassuolo ha mandato a segno solo quattro elementi, ma il miglior marcatore dei neroverdi (Berardi, per l’appunto) ha siglato due centri in più del miglior goleador romanista, ossia Alessandro Florenzi, fermo a quota quattro reti. Gianluca Caprari riassapora la maglia giallorossa dopo quasi due anni. La sua ultima apparizione l’8 gennaio 2012, quando sostituì Francesco Totti all’88’ di Roma-Chievo (gara vinta 2-0 dagli uomini di Luis Enrique).

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy