L’ultimo 5-1 europeo nel 2005, all’Aris Salonicco. Terza doppietta romanista per Gervinho

La Roma torna a vincere in Europa 1393 giorni dopo il 3-2 interno al Bayern del 23 novembre 2010

di finconsadmin

Comincia alla grande l’avventura europea della Roma. I giallorossi, nella prima giornata del girone E di Champions League, asfaltano per 5-1 il CSKA Mosca e conquistano il terzo successo stagionale, secondo allo stadio Olimpico. Si conferma positiva la tradizione contro le squadre russe nel massimo torneo continentale: tre vittorie su tre, comprese le due ottenute nell’autunno del 2001 contro il Lokomotiv Mosca.

 

Con quella di ieri, sono 30 le vittorie complessive in Coppa Campioni-Champions League, 18 in casa. L’ultima risaliva a ben 1393 giorni fa: 23 novembre 2010, 3-2 interno al Bayern Monaco. Mai, in questa competizione, i giallorossi erano riusciti a mettere a segno cinque reti in una singola partita. L’unica vittoria con quattro gol di scarto risaliva al 12 settembre 2006, nel match d’esordio del girone D contro lo Shakhtar Donetsk: 4-0 casalingo con reti di Taddei, Totti, De Rossi e Pizarro. Per ritrovare un 5-1 nelle coppe europee dobbiamo retrocedere di ben nove anni, fino al 15 settembre 2005, quando all’Olimpico vennero travolti i greci dell’Aris Salonicco nell’andata del primo turno di Coppa Uefa. In generale, questo risultato mancava dal 21 gennaio 2012, sotto la gestione di Luis Enrique: vittima il Cesena. La Roma di Garcia, fin qui, non era mai riuscita a realizzare quattro gol in un tempo. Ce l’ha fatta per la prima volta ieri. Una tale impresa non si verificava dal 27 agosto 2009, in Europa League: 7-1 estivo al Kosice con la bellezza di cinque reti siglate nei primi 18′ di gioco. Il tecnico era Luciano Spalletti.

 

Primo gol in maglia giallorossa ed in Europa per Juan Manuel Iturbe, autore del magico lampo che ha sbloccato la gara di ieri. L’attaccante argentino, poi uscito per infortunio al 26′, non andava a segno da 122 giorni, ossia dall’ultima giornata dello scorso campionato (Napoli-Verona 5-1). Terza doppietta romanista per Gervinho (le due precedenti contro il Bologna in campionato, il 29 settembre 2013, e contro il Napoli in Coppa Italia, il 5 febbraio scorso). Quattro le reti totali dell’ivoriano in Champions League, considerando le due messe a segno con l’Arsenal nella stagione 2012-2013 (al Montpellier e all’Olympiakos). Si conferma eccellente il feeling del pupillo di Garcia con lo stadio Olimpico: ben 12 dei 15 gol complessivi dell’ex gunner in giallorosso sono arrivati in casa. Gloria anche per Maicon, ieri a segno per la terza volta da quando è alla Roma. Il fenomeno brasiliano non segnava in Europa dall’anno del triplete interista (20 aprile 2010, semifinale d’andata contro il Barcellona). Quello di Ignashevich è invece il secondo autogol a favore della Roma nella storia della Champions. Il precedente? Proprio da parte di un giocatore russo, Igor Chugainov, nel match vinto dai giallorossi sul Lokomotiv per 2-1 il 26 settembre 2001.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy