Il valzer degli scontri diretti

La Juventus ha fin qui ottenuto 16 punti nei big match, il Napoli 15. La Roma soltanto 8 ma deve ancora sfidare quattro rivali dirette

di Alessio Nardo

Sei big, sei grandi. Di nome e anche un po’ di fatto. Racchiuse tutte nell’arco di 14 punti, dalla prima (la solita Juve) alla sesta (il Milan di Mihajlovic). Intenzionate a darsi battaglia e filo da torcere nelle prossime undici sfide che chiuderanno il campionato 2015-2016. Tra sogni di tricolor e l’esigenza quasi vitale, per tutte, di agganciare un posto Champions. Ogni verdetto è ancora in sospeso. Quel che è certo è che ne vedremo ancora delle belle, già a partire da domani sera.

Roma-Fiorentina, ennesimo scontro diretto. Un face to face che chiarirà ulteriormente ruoli e ambizioni per questo finale di stagione. 53 punti per entrambe, nessuna delle due vuol demordere: il preliminare di Champions è la priorità ma in fondo Juve e Napoli non sono così lontane e la voglia di credere a qualcosa in più di un semplice terzo gradino del podio è tanta. Certo, quelle due son lassù e non per caso. Continuità, gioco, concretezza. Merito di Allegri e di Sarri, che soprattutto nelle sfide con le rivali dirette hanno saputo tirar fuori gli artigli. La Juve, incredibilmente, è colei con la media punti migliore nei big match. Incredibilmente perché la partenza era stata falsissima: un punto in tre gare, pari con l’Inter e doppia sconfitta con Roma e Napoli. Poi è arrivato il filotto dello Stadium: 1-0 al Milan, 3-1 alla Fiorentina, 1-0 alla Roma, 1-0 al Napoli e 2-0 all’Inter. Il totale dice 16 punti in 8 gare con le big: due a partita. Chapeau. Ai bianconeri restano due insidiose trasferte, a Milano (sponda Milan) e a Firenze.

I partenopei di Sarri, di fatto, non sono da meno: 15 punti in 8 scontri diretti. Una sola sconfitta, a Torino, oltre a quattro vittorie e tre pareggi. Anche ai partenopei restano due sfide delicatissime, a San Siro con l’Inter e all’Olimpico contro la Roma. Già, la Roma, che è terza in classifica e pure tra le grandi nella graduatoria relativa alla media punti nei big match: 1,33 a gara. Frutto di due successi, due pari e due ko. La squadra di Spalletti deve giocarne ancora quattro addirittura, tre in casa (viola, Inter e Napoli) ed uno fuori, all’ultima giornata contro il Milan. La Fiorentina ha fin qui totalizzato 10 punti in 8 scontri diretti (in trasferta i toscani hanno vinto solo con l’Inter perdendo con le altre tre, in attesa della Roma). Male le due milanesi: un punto di media a partita per Mihajlovic (che ha battuto solo i viola e i nerazzurri nel derby di ritorno), addirittura 0,88 a gara per Roberto Mancini, che è riuscito a vincere contro i cugini all’andata e proprio con la Roma a fine ottobre. Tra l’altro non senza un pizzico di fortuna.

Statistiche delle sei big del campionato negli scontri diretti

JUVENTUS
VS Napoli: 3
VS Roma: 3
VS Fiorentina: 3
VS Inter: 4
VS Milan: 3
TOTALE: 16 punti in 8 scontri diretti (2 a partita)
DA GIOCARE: Fiorentina-Juventus e Milan-Juventus

NAPOLI
VS Juventus: 3
VS Roma: 1
VS Fiorentina: 4
VS Inter: 3
VS Milan: 4
TOTALE: 15 punti in 8 scontri diretti (1,88 a partita)
DA GIOCARE: Roma-Napoli e Inter-Napoli

ROMA
VS Juventus: 3
VS Napoli: 1
VS Fiorentina: 3
VS Inter: 0
VS Milan: 1
TOTALE: 8 punti in 6 scontri diretti (1,33 punti a partita)
DA GIOCARE: Roma-Fiorentina, Roma-Inter, Roma-Napoli e Milan-Roma

FIORENTINA
VS Juventus: 0
VS Napoli: 1
VS Roma: 0
VS Inter : 6
VS Milan: 3
TOTALE: 10 punti in 8 scontri diretti (1,25 a partita)
DA GIOCARE: Roma-Fiorentina e Fiorentina-Juventus

INTER
VS Juventus: 1
VS Napoli: 0
VS Roma: 3
VS Fiorentina: 0
VS Milan: 3
TOTALE: 7 punti in 8 scontri diretti (0,88 a partita)
DA GIOCARE: Roma-Inter e Inter-Napoli

MILAN
VS Juventus: 0
VS Napoli: 1
VS Roma: 1
VS Fiorentina: 3
VS Inter: 3
TOTALE: 8 punti in 8 scontri diretti (1 a partita)
DA GIOCARE: Milan-Juventus e Milan-Roma

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy